“Annullare i tributi per far ripartire l’economia”, la proposta di Cammarota

“Sin dall’inizio dell’emergenza avevamo chiesto di sospendere i tributi comunali. Oggi, dopo due mesi di chiusura forzata e in vista della riapertura totale, è necessario liberalizzare ed abbattere tutte le logiche burocratiche, annullare i tributi e far ripartire la nostra economia prima che sia troppo tardi”. Lo afferma in una nota La Nostra Libertà, con le parole del capogruppo e presidente della commissione Trasparenza Antonio Cammarota, per il quale “con buona pace delle incomprensioni tra l’assessore e qualche deputato, la città deve diventare un grande spazio aperto, con bar e ristoranti e punti vendita sul lungomare, nelle piazze, nei parchi, sui corsi, e ovunque sia possibile, per favorire la ripresa e il lavoro dei nostri giovani”. “D’altro canto” continua Cammarota “l’aria aperta è la condizione migliore per il contenimento del contagio, e ampi spazi sono necessari al commercio post Covid per garantire le distanze individuali di sicurezza”. “In particolare”, conclude Cammarota, “vanno azzerate le procedure ed eliminata ogni forma di balzello, senza ipocrite pretese di problemi di bilancio, perché quelle riferite
non sono più dovute per causa di forza maggiore, e quelle nuove non sono previste né sarebbero richieste”.