Amministrative Pagani: Cascone candidato sindaco per il Pd

Scritto da , 28 Luglio 2020
image_pdfimage_print

Aldo Cascone, come anticipato attraverso queste colonne, é ufficialmente il candidato sindaco sostenuto dal Partito democratico. Il circolo territoriale paganese lo ha ufficializzato attraverso una nota stampa: “Il circolo Pd di Pagani sosterrà la candidatura a sindaco di Aldo Cascone alle prossime elezioni amministrative per il Comune di Pagani del 20 e 21 settembre 2020: questa è la decisione assunta all’esito di una pubblica assemblea”. Il motivo di questa scelta parte da lontano ed è lo stesso partito a spiegarlo: “La scelta è frutto di mesi di trattative con tutti i gruppi politici presenti in città, con la sola eccezione di quelli che hanno fatto parte dell’ultima maggioranza di governo, che ha portato Pagani al disastro. Il progetto del gruppo civico capeggiato da Aldo Cascone è quello più vicino alle posizioni e ai programmi del Pd paganese. L’auspicio adesso è che attorno a questo progetto possano convergere anche altre forze civiche presenti in città, con cui abbiamo avviato interessanti e proficui spunti di riflessione per il futuro e con cui sussistono importanti e sostanziali punti di contatto e unione”. Cascone, ex assessore di Alberico Gambino, in passato, è fuori dalla scena politica locale da anni. Il cugino del consigliere regionale, Luca, torna a recitare un importante ruolo politico locale, stavolta non da assessore, ma da potenziale sindaco. “Pagani – continua la nota – per la sua storia, per l’assoluto livello della classe dirigente che ha espresso nel tempo, per le innegabili qualità del popolo paganese, e, non ultimo, per l’importante patrimonio storico, religioso e artistico che possiede, non merita il ruolo di cenerentola dell’agro nocerino-sarnese. Per ridare linfa alla città, per far sì che Pagani torni ad essere centro propulsivo del territorio, è necessario il contributo della parte sana e perbene della città che troppo spesso, soprattutto nell’ultimo anno, è stata umiliata e mortificata. L’obiettivo è mutuare il percorso che ha condotto la Regione Campania a riacquistare rispetto e considerazione grazie all’eccellente governo del nostro Presidente Vincenzo De Luca”. Giuseppe Colamonaco

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->