Amadeus, l’invidia che si tramuta in odio

Scritto da , 30 giugno 2018
image_pdfimage_print

Pasquale Petrosino

Amadeus è lo spettacolo di fine anno dei laboratori triennali di propedeutica teatrale della scuola di teatro laaav una commedia in due atti che sviscera la storia di Salieri, compositore, che nonostante il successo di cui godeva alla corte di Vienna era perfettamente consapevole della propria mediocrità nei confronti di un grandissimo genio come mozart, così la sua invidia si mutò ben presto in odio fino ad ordire una guerra, una persecuzione mentale. E’ la storia di sempre, la storia di chi vuole prevalere, di chi vuole primeggiare, di chi vuole farsi spazio nonostante tutto e tutti calpestando i valori più nobili dell’umanità. Con questa commedia i laboratori teatrali della laaav concludono il corso di studio domenica 1 luglio alle ore 21 presso il teatro nuovo, in via Valerio Laspro a Salerno. Lo spettacolo è ad ingresso libero. La regia è di Antonella Valitutti, guerriera e sognatrice di quel teatro che si produce da sé, che semina nel cuore dei ragazzi un germe vivo di passione ed amore verso un arte che trasferisce cultura vera e pratica. Una Valitutti coerente e nobile, che non si piega alle tante avversità che attraversano il mondo teatrale in questo particolare momento storico. In scena Valerio Elia, Andrea Salomone, Innocenzo Mulieri, Vincenzo Ruoppolo, Valerio Lorito, Michele Petrosino, Gianluca Amodio, Roberta Greco, Gaia Renis, Pasquale Lorito, Alice Maggioletti, Francesca Celenta, Ludovica Coscia, Adrian Durante, Marianna Napoli, Carmen Leone, Annachiara Castorino, Chiara De Silva,Chiara Frallicciardi, Chiara Giovannone, Benedetta Di Giacomo, Martina Pepe,Alessandra De Concilio, Francesca Rotolo,Erica De Lisio,Carmen Leone. Dare fiducia ai giovani rappresenta sempre la possibilità di vivere in un futuro migliore. Senza semina non ci sarà raccolto.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->