Alma Lama: la forza della donna

Scritto da , 26 giugno 2018
image_pdfimage_print

Enzo Todaro ha incontrato l’ambasciatore del Kosovo per donarle i suoi versi musicati da Espedito De Marino

Di OLGA CHIEFFI

Il presidente dei Giornalisti Salernitani, Enzo Todaro, in veste di poeta è stato ricevuto dall’ambasciatore del Kosovo in Italia, un incontro nel corso del quale Alma Lama e la nostra carismatica penna si sono empaticamente riconosciuti. “Sono rimasto estasiato – ha affermato Enzo Todaro – della forza di questa donna eccezionale giornalista e analista politico per i media albanesi ed internazionali, corrispondente in Kosovo per tre anni, maggiore stazione televisiva albanese, Top Channel, nonché firma per l’Osservatorio sui Balcani, con sede in Italia, per Institute for War and Peace Reporting, Transitions Online, United Press International e il Washington Times, svolgendo giornalismo investigativo nei casi di crimini di guerra e degli affari di corruzione. La semplicità e l’umiltà che contraddistingue solo le grandi anime è stato il filo rosso dell’incontro, nel corso del quale le ho donato il volume “Vorrei ancora” in cui sono raccolte le tre liriche dedicate alla questione balcanica, musicate dal compositore Espedito De Marino, che lei ha voluto che le leggessi. Emozione e commozione abbiamo intuito sul volto dell’ambasciatore, riscoprendoci colleghi e certamente pari cavalieri di un’idea, poiché negli anni in cui Alma Lama è stato membro del Parlamento del Kosovo, per due mandati, per la Lega Democratica del Kosovo, si è  impegnata fortemente per la democratizzazione della società e delle istituzioni, per i problemi di trasparenza, per la libertà dei mezzi di comunicazione, per i diritti umani e per la maniera appropriata di governare, introducendo la importantissima legge per la tutela delle fonti giornalistiche. Proprio in merito a questa sua battaglia ho pensato di invitarla qui a Salerno, per una lectio magistralis nell’ambito della formazione continua, promossa dal nostro Ordine e magari insignirla di un riconoscimento nel corso della nostra Festa annuale. Ma la Lama – ha continuato con grande ammirazione Enzo Todaro – è stata promotrice del primo monumento in Kosovo dedicato al contributo delle donne durante la guerra, che si trova nel centro della capitale Prishtina. L’Ambasciatore Lama, venuto a conoscenza della mia terra d’origine, la Calabria, ha parlato anche del contributo della comunità Arberesh e quella albanese che sono state portavoce del Kosovo in Italia, plaudendo alla nostra patria per il bene che ha fatto nei confronti del Kosovo”. Alma Lama è una donna coraggiosa, con tutta la sua famiglia si è tuffata entusiasticamente in questa avventura romana, da ormai due anni. I due figli grandi della coppia, adolescenti, si sono pienamente inseriti nelle scuole pubbliche del quartiere e il più giovane membro della famiglia, una bimba frequenta un asilo di zona.  Attualmente l’Ambasciatore Lama sta completando il Dottorato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. “L’ambasciatore parla un italiano perfetto – ha affermato ammirato Enzo Todaro – Alla mia domanda di come e dove avesse appreso la nostra lingua mi ha risposto col più familiare dei suoi sorrisi: da Dante Alighieri”. Scambio di doni, un crest del ministero degli esteri kosovano per Enzo Todaro e il volume di poesie per Alma, con promessa di una visita alla nostra città.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->