Agro nocerino. Concorsone, nuove dimissioni. A rischio il bando del PdZ

Scritto da , 22 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

NOCERA/AGRO. Nuove dimissioni e falsa partenza al piano di zona dell’Agro nocerino sarnese: negli ultimi giorni sono state altalenanti le fasi del concorsone all’ambito s1. Le commissioni di colloquio – che a sorpresa la coordinatrice Maddalena Di Somma (nella foto) aveva indetto subito prima di capodanno – hanno visto nuove partenze e stop improvvisi. Il funzionario del Comune di San Valentino Torio Annamaria Vastola infatti, molla la commissione per esaminare assistenti sociali e sociologi. Al suo posto, arriverà Miranda Raffaella nella stessa posizione. Un cambio che diversamente non vorrebbe dire nulla se non fosse per il fatto che erano stati proprio i dietrofront e le situazioni interne alle commissioni a far traballare il concorso fino alla sua sospensione lo scorso novembre. Con la ripartenza forzata, anche il funzionario di Angri Alfonso Toscano si era dimesso lasciando il posto alla sua collega Maria Luisa D’Antonio. Questo cambio aveva impedito lo svolgersi della Commissione esaminare i candidati di due profili professionali il 12 e il 13 gennaio, per l’ennesima volta.La convocazione di tutti i componenti delle commissioni esaminatrici per ripartire con il concorso, sospeso qualche tempo fa  per una serie di motivazioni, aveva stupito tutti.
Con la nota indirizzata ai dipendenti dei vari comuni nominati come commissari, lo scorso 30 dicembre, la coordinatrice aveva riaperto il concorso ed organizzato un nuovo calendario di colloqui. Nella nota si leggeva:”Nell’imminenza della ripresa e conclusione della procedura concorsuale relativa all’avviso di selezione pubblica per titoli e colloquio per la costituzione di graduatorie triennali per il reclutamento di varie figure professionali per le attività previste dal Piano di Zona Ambito S1, in qualità di componenti delle commissioni esaminatrici si riporta il calendario dei colloqui per il profilo di competenza”.
Ma, da quando si è ricominciato con gli esami, ancora non c’è stata pace ed in soli 10 giorni ci sono stati almeno tre dimissionari.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->