Aggredito autista della Sita Sud, fermato nigeriano

Scritto da , 7 settembre 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Ancora un’aggressione ai danni di un’autista. L’ultima, in ordine cronologico, si è verificata la scorsa notte a Salerno in via Eugenio Caterina verso l’una. Un uomo, 38enne nigeriano, era a bordo di un’autobus di linea della società Sita Sud quando ha chiesto all’autista di effettuare una fermata non consentita. Al rifiuto del dipendente della Sita Sud, l’extracomunitario ha iniziato ad inveire contro di lui, minacciando di colpirlo con una bottiglia di spumante di cui era in possesso. Il 38enne è stato fermato dalle forze dell’ordine, impegnate in servizi notturni di controllo del territorio, effettuati dal personale della Polizia di Stato appartenente all’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Salerno. I poliziotti, infatti, hanno bloccato il nigeriano. L’atteggiamento min a c c i o s o dell’extracomunitario era scaturito, per l’appunto, dal rifiuto da parte del conducente del mezzo di effettuare una fermata non consentita, che invece lo straniero pretendeva fosse effettuata per scendere dall’autobus. L’immediato intervento della pattuglia delle Volanti, che si trovava a poca distanza dal luogo dove l’autobus si è poi fermato a seguito delle minacce dello straniero, in Via Eugenio Caterina a Salerno, su richiesta telefonica di aiuto inoltrata al numero unico di emergenza dall’autista, ha evitato il peggio. Lo straniero, infatti, è stato ben presto immobilizzato e successivamente condotto presso gli Uffici della Questura dove è stato identificato per E.I., nigeriano di anni 38. L’extracomunitario, al quale è stata sequestrata la bottiglia utilizzata per minacciare l’autista, è stato pertanto denunciato in stato di libertà per i reati di minaccia aggravata e interruzione di pubblico servizio. Sono in corso i controlli sulla sua posizione rispetto alle vigenti leggi sull’immigrazione al fine di adottare i provvedimenti del caso. Del resto, non è la prima volta che gli autisti sono vittima di aggressioni da parte dei pendolari. L’ultimo episodio si è verificato lo scorso 9 agosto quando un autista di Busitalia Campania è stato aggredito per futili ragioni da un pendolare. In quell’occasione, la Filt Cgil Segreteria Provinciale Salerno, chiese un incontro con forze dell’ordine, amministrazione provinciale e comunale, i vertici aziendali e le sigle sindacali per assumere misure urgenti e necessarie sul piano della sicurezza. «Nostro malgrado, registriamo una ennesima aggressione. Già da tempo denunciamo pericolose e crescenti azioni a danno di utenti ed autisti, chiedendo interventi di tutela a più attori istituzionali. Rivendichiamo subito e con forza la necessità di predisporre misure di sicurezza. Siamo vicini e solidali al collega che ha vissuto un’esperienza, vi assicuriamo, non semplice», ha dichiarato Rocco Serritella, delegato Filt Cgil.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->