Ad Aversa niente distrazioni e… nessuna pietà

Scritto da , 16 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

 Rivedendo la gara di andata disputata all’Arechi dalla Salernitana contro l’Aversa Normanna, la terza di campionato, abbiamo notato come quella squadra, allenata allora da Nanu Galderisi (gli fu fatale proprio il pareggio interno in questa gara) aveva segnato solo cinque reti ma ne aveva anche subito nove. Era ultima in classifica, la Salernitana, con un sol punto in classifiva. Fu quella gara un campanello d’allarme che fece capire alla società di cambiare immediatamente registro ed anche guida tecnica. L’arrivo di Perrone (nella foto), che fu salutato con qualche scetticismo immotivato dalla tifoseria, cambiò la storia di questo campionato. Oggi a distanza di quattro mesi quel ruolino di marcia dopo tre giornate di campionato è stato praticamente ribaltato. La Salernitana è in testa alla classifica, ha il miglior attacco del girone B di seconda divisione (39 reti realizzate) con solo 18 gol subiti, nove dei quali nelle prime tre sciagurate giornate di inizio torneo. Impressionante la regolarità con la quale Ciro Ginestra e Matteo Guazzo (22 gol in due) si stanno segnalando come i gemelli del gol. Sono calciatori di valore che in questa categoria fanno la differenza. L’Aversa Normanna che è tra le difese-colabrodo del girone (ben 31 gol subiti. peggio ha fatto solo il Fondi con 35 gol incassati) dovrà rafforzare gli <ormeggi> contro i due bomber granata. Una squadra come quella casertana che pur era partita bene ma che si è perduta nel corso del girone di andata. Un cambio tecnico disastroso (Sergio al posto di Romaniello), poi il ritorno di Romaniello proprio in questa settimana. Che sarà importante per gli aversani visto che il loro curriculum interno è da…retrocessione. Solo tre vittorie, tre pareggi, altrettante sconfitte. Un disastro. Contro l’attacco a mitraglia dei granata gli aversani dovranno fare le barricate. Guazzo, ovviamente, spera di aumentare il suo <score> della classifica marcatori anche se ammonisce che gare facili non ce ne sono. E’ vero ma crediamo che se la Salernitana affronterà questo incontro con il piglio da capolista sarà difficile per l’Aversa fare punti pesanti per salvarsi. Gasato ovviamente Ginestra. Il suo rientro darà ancora più forza all’attacco granata. E con il gemello Guazzo cercherà di timbrare con la ottava vittoria consecutiva un campionato che ora parla solo….salernitana.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->