Accoltellato alla gamba Caccia a “caccaviello”

Scritto da , 14 novembre 2018
image_pdfimage_print

di Marco Califano

Ancora violenza della città di Pagani. La centralissima piazza sant’Alfonso torna ad essere il palcoscenico di una violenza gratuita da parte di giovani cittadini. Una piaga che nella città dell’Agro fatica ancora a cessare. L’episodio è accaduto nella sera di lunedì. Un ragazzo di 25 anni, Luca Passaro, è stato accoltellato ad alla gamba sinistra e ora è ricoverato al Cardarelli di Napoli. Nonostante le gravi condizioni, non è in pericolo di vita. L’aggressore è conosciuto in città con il soprannome di ” Caccaviell’ ” e ora le forze dell’ordine sono sulle sue tracce. Stando ad alcune testimonianze i motivi dell’accaduto sarebbero del tutto futili. Pare, infatti, che la lite sia scaturita tra i rispettivi fratelli minori di Passaro e dell’aggressore. I due avevano inizialmente avuto un diverbio nei pressi del cinema La Fenice di Pagani. Pare che alcuni insulti da parte del minore “Caccaviell'” nei confronti del minore Passaro siano bastati per far scaturire un diverbio, che poco dopo si è subito trasformato in una scazzottata fra i due. Poco dopo l’accaduto, il tutto è stato riferito ai fratelli maggiori che non hanno esitato un attimo a regolare i conti. In particolare, il maggiore dei Caccaviell’ ha raggiunto il 25enne in piazza Sant’Alfonso, nei pressi della paninoteca Doner Kebab. Anche qui, prima un diverbio, poi una violenta lite, anch’essa sfociata nell’accoltellamento alla gamba per Passaro. Tra lo sgomento generale dei presenti, subito sono state allertate le forze dell’ordine e il 118 che, una volta sul posto, ha prestato i primi soccorsi. Il ragazzo, che a detta di molti perdeva molto sangue, ha atteso circa una decina di minuti prima di essere trasportato d’urgenza all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Da qui, vista la grave situazione, si è reso necessario il trasporto al Cardarelli di Napoli dove tutt’ora è ricoverato il 25enne. Sul caso stanno indagando i Carabinieri della locale tenenza alla guida del tenente Simone Cannatelli, che hanno già individuato i colpevoli, i quali purtroppo risultano ancora irreperibili.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->