Abusivi della sosta a processo In due scelgono riti alternativi

Scritto da , 29 marzo 2018

Gestivano come abusivi della sosta alcuni parcheggi presenti sul territorio della città di Salerno: rinviati a giudizio 34 dei 36 parcheggiatori arrestati lo scorso mese di luglio. A decidere sul rinvio a giudizio è stato il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Salerno Renata Sessa, Per tutti l’accusa è di estorsione. Uno degli imputati dovrà rispondere anche di oltraggio a pubblico ufficiale. I due che hanno scelto i riti alternativi patteggiamento e rito abbreviato compariranno dinanzi al Gup il prossimo 21 giugno. Le 39 persone sono state chiamate in causa da quella che è stata una delle più vaste operazioni di polizia giudiziaria contro il dilagante fenomeno di quanti esercitano illegalmente l’attività di parcheggiatore.Prima udienza il prossimo 15 maggio davanti ai giudici della terza sezione penale. Accolte per larghissima parte, dunque, le richieste del pubblico ministero Elena Guarino. Nel procedimento a carico dei parcheggiatori abusivi si è costituità parte civile, attraverso l’avvocato Rodolfo D’Ascoli, la società Salerno Mobilità. Questa rivendica un danno d’immagine da parte degli abusivi della sosta.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->