Scritto da , 1 Maggio 2020
image_pdfimage_print

di Gaetano Stella

E’ difficile parlare di teatro a Salerno senza avere in una parte del discorso, come protagonista, Gigino Esposito. Il suo amore viscerale e la sua passione per il palcoscenico, la sua capacità di ripercorrere il meraviglioso mondo della drammaturgia classica napoletana, la sua gioia fanciullesca di raccontarti le sue ultime messe in scena, la sua mai nascosta soddisfazione di “personalizzare” le regie con idee innovative. E’ difficile parlare di teatro a Salerno senza avere negli occhi il sorriso di un uomo che aveva sposato dello spettacolo,
l’aspetto “terapeutico”: bisogna divertirsi e star bene! E’ difficile parlare di teatro a Salerno senza ricordarsi di te, caro Gigino!
Ma il mio saluto è all’uomo, buono e perbene. Il tuo più bel
personaggio, quello che mi rimarrà per sempre nel cuore, sei
proprio tu! Ciao Gigino!

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->