80mila tra docenti e personale hanno fatto il test

Prosegue lo screeening obbligatorio per il personale scolastico. A due settimane dall’apertura delle scuole in Campania, sono oltre 80mila su 130mila i docenti e non docenti che si sono sottoposti allo screening. Screening che lo ricordiamo in Campania, da alcuni giorni è diventato obbligatorio, visto che inizialmente molti docenti e personale Ata si stavano rifiutando di farlo. Un buon risultato quello registrato fino ad oggi, anche se non si conoscono gli esiti. Non si sa ancora infatti, se ci sono oppure no, casi di positività tra coloro i quali hanno effettuato il test. Intanto in Italia quasi il 50% del personale della scuola, pari a circa 500mila tra docenti e non docenti, ha svolto il test sierologico per il Covid 19. Analizzando i primi risultati di questi il 2,6% è risultato positivo. Dunque sono risultate positive circa 13mila persone e queste non prenderanno servizio fino a quando, così come previsto dalla legge, non effettueranno il tampone e che questo non darà esito negativo. I dati nazionali sono stati forniti nei giorni scorsi dall’ufficio del Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri che aveva avviato nelle settimane scorse la campagna con la distribuzione di 2 milioni di test agli istituti scolastici. Ora si spera che nei prossimi giorni anche gli altri docenti scelgano di sottoporsi al test sierologico. Si spera, visto che al momento solo in Campania il test è obbligatorio per tutti i docenti e per tutto il personale scolastico. Intanto dalla Regione Campania fanno sapere che si è chiusa la manifestazione d’interesse, riservata agli istituti scolastici, per ottenere il bonus di tremila euro della Regione, che sarà destinato all’acquisto di “pistole” per la misurazione della temperatura corporea degli studenti all’interno delle scuole. Hanno aderito 919 istituti scolastici.