Ruthie Foster chiude il Campania Blues Festival

Scritto da , 19 Luglio 2016
image_pdfimage_print

Gran finale, questa sera, del Campania Blues Festival, la rassegna musicale organizzata da Domenico Spena, ed inserita nella XXVIII edizione del Premio Charlot. Gran finale con Ruthie Foster, la quale si presenterà all’Arena del Mare con Samantha Banks alla batteria, Tanya Richardson al basso e Hadden Binion alla chitarra. Ruthie Foster è una eccellente cantante afro-americana cresciuta in una piccola cittadina a sud est di Waco, Texas che si è messa in mostra per una grandissima verve e per un sound prevalentemente acustico influenzato da folk, gospel, blues e soul. Paragonata più volte a grandi vocalist del passato come Ella Fitzgerald e Aretha Franklin Ruthie Foster rappresenta al meglio il lato più “nero” della attuale Texas Music. Nelle sue esibizioni ci fa assaporare le sue doti di performer sul palco, sicuramente il luogo dove meglio può “liberare” le sue potenzialità vocali. Il suo repertorio é particolarmente ampio come influenze, ma su tutto resta la sua voce, potente ma al tempo stesso melodiosa, ricca di mille sfumature e di una amplissima gamma di toni, capace da sola di reinventare la trascendenza del gospel legandola al folk blues, solo accompagnando il suo canto, potente e viscerale, con una chitarra acustica. Farà conoscere a Salerno il suo ultimo album, “The Truth according to Ruthie Foster”, subito nominato ai Grammy Awards, un progetto sorprendente per la sua intensità e per la timbrica dei suoni curati in ogni dettaglio. La serata sarà inaugurata dalla formazione emergente 100% Bluez, trio guidato da Davide Lipari che presenta l’ultimo album, “Bloodshot”. Rimanendo sempre in tema di musica. Il 20 luglio alle ore 10.30 presso il Teatro Delle Arti di Salerno, il cantautore Bungaro ed il direttore artistico del Premio Charlot Claudio Tortora, incontreranno il pubblico e la stampa salernitana.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->