Zenga ricorda l’esperienza di Salerno e quelle lacrime versate sul campo

Scritto da , 6 ottobre 2017

“Salernitana-Pisa 1-2 era il 1978, l’Inter mi diede in prestito appunto, alla Salernitana. Ero giovane e inesperto. La prima partita perdemmo in casa contro il Campobasso, poi giocammo sul neutro di Avellino il derby con la Paganese, e io, parai un rigore e vincemmo 1-0. Mi sentivo arrivato… e invece arrivò il Pisa di Di Prete, un attaccante piccolo e veloce con un tiro micidiale. Mi fece 2 gol nei primi minuti. Io chiesi il cambio e uscii dal campo piangendo.. che lezione ho ricevuto quel giorno, credevo che, con una sola partita giocata bene, potevo, pensare di essere già arrivato..”

In un post affidato al social Instagram, il portiere Walter Zenga ha ricordato con tanta nostalgia un episodio che lo ha segnato nel proseguo di carriera quando per un breve periodo da giovanissimo aveva indossato la maglia della Salernitana, difendendone la porta. Un esperienza molto rapida ma intensa in una piazza calda come quella di Salerno che nonostante la giovane età, appena 18enne, temprò il suo carattere. Zenga giunse in granata in una annata tormentata per quanto riguarda il ruolo di portiere che ne vide cambiare ben quattro.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.