Zampata di Gatto, la Salernitana si salva a Novara al 93′

Scritto da , 3 aprile 2016
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

NOVARA. Una zampata di Gatto nei minuti finali consente alla Salernitana di cogliere un pareggio insperato sul difficile campo del Novara. Un punto che serve più al morale che alla classifica in vista del ciclo di scontri diretti che determinerà la sorte dei granata. Nella prima gara mancherà Bernardini, espulso nel finale di gara. Tornando ai gol, è successo tutto nella ripresa: apre Galabinov sulla solita sbandata difensiva, poi come detto il guizzo di Gatto per l’1-1 finale.

La gara inizia in maniera scoppiettante. Dopo appena 10” Corazza approfitta di una indecisione di Tuia e Ceccarelli e batte da pochi passi ma il riflesso di piede di Terracciano è strepitoso. Due minuti dopo c’è la risposta della Salernitana confezionata dal duo Donnarumma-Coda, ma il destro di quest’ultimo è messo in corner da Da Costa. Un sussulto che scuote il Novara, che riprende in mano il pallino del gioco ed al 13′ va ancora vicino al gol con Evacuo, la cui rovesciata manda il pallone alto di poco sulla traversa della porta granata. Tre minuti ed i piemontesi colgono un palo clamoroso con Corazza. Lo sgusciante attaccante, dopo aver saltato Ceccarelli, lascia partire un tiro a giro che sorprende Terracciano ma che, come detto, finisce la sua corsa sul montante alla sinistra del portiere. Al 25′ è ancora il Novara, con una azione spettacolare tutta di prima sull’asse Dell’Orco-Gonzalez, ad andare vicino al vantaggio ma è ancora Evacuo a sprecare da pochi passi alzando la traiettoria del tiro. La Salernitana però nel giro di sessanta secondi ha una doppia opportunità per passare, sempre con Coda. Ma se nel primo caso, su assist di Ceccarelli, il centravanti non riesce ad agganciare, nel secondo si presenta da solo davanti a Da Costa ma il suo tentativo di pallonetto è tragicomico ed il pallone finisce tra le braccia del portiere piemontese.  La partita non conosce soste e il Novara, al 32′, si presenta davanti a Terracciano con Corazza (passaggio filtrante di Viola) ma il portiere granata è ancora una volta superlativo e la Salernitana si salva.  Al minuto 42 ci prova anche Gonzalez ma la sua conclusione mancina, su servizio di Faraoni, termina a lato. Allo scadere l’argentino, con una magia, coglie il secondo palo di giornata, episodio che chiude le ostilità sul risultato ad occhiali.

La ripresa si apre con l’infortunio di Tuia e l’ingresso di Trevisan. E proprio da un errore in uscita dell’ex Padova scaturisce la rete del vantaggio del Novara: è il neo entrato Galabinov, liberato dal buco di Trevisan, a trovarsi sui piedi la palla più comoda da depositare alle spalle di Terracciano. Nonostante la mazzata subita, l’encefalogramma della Salernitana s’appiattisce ulteriormente. Menichini si gioca la carta Gatto che sostituisce l’infortunato Bovo. Al 78′ è però il Novara, con un bolide di Viola, ad andare vicino al raddoppio ma Terracciano è ancora una volta provvidenziale nel deviare in corner con un colpo di reni. All’85’ Galabinov, da un metro, fallisce il match point sparando alle stelle. Un minuto dopo la Salernitana potrebbe far valere la dura legge del gol ma Zito, dopo un’azione straordinaria di Gatto, sparacchia di sinistro da ottima posizione. Minuto 88, s’accende una mischia furibonda davanti a Da Costa, prova a risolverla Coda ma la sua conclusione è centrale ed il portiere piemontese può bloccare. A tempo scaduto arriva l’ennesima, inutile, espulsione per la Salernitana con il rosso estratto a Bernardini per proteste. Quando sembra tutto finito arriva la zampata di Gatto, al 93′, che consente alla Salernitana di pareggiare. Tutto nasce da un lancio in avanti di Moro, Donnarumma controlla in area servendo Coda, il quale in diagonale pesca l’esterno apposta sul secondo palo a cui non resta che appoggiare alle spalle di Da Costa.

NOVARA-SALERNITANA 1-1

NOVARA (4-2-3-1): Da Costa; Faraoni, Troest, Mantovani, Dell’Orco (83′ Garofalo); Casarini, Viola; Faragò, Gonzalez, Corazza (84′ Bolzoni); Evacuo (58′ Galabinov). A disp.: Pacini, Dickmann, Vicari, Buzzegoli, Nadarevic, Lanzafame. All.: Baroni

SALERNITANA (5-3-2): Terrracciano; Ceccarelli, Tuia (52′ Trevisan), Bernardini, Empereur, Franco; Moro, Ronaldo (60′ Zito), Bovo (73′ Gatto); Coda, Donnarumma. A disp.: Strakosha, Rossi, Pestrin, Oikonomidis, Bus, Tounkara. All.: Menichini

ARBITRO: Minelli di Varese (Tolfo – Fiore). IV uomo: Bertani di Pisa

MARCATORI: 61′ Galabinov, 93′ Gatto

NOTE: Spettatori quattromila circa di cui un centinaio di fede granata. Ammoniti Ceccarelli, Viola, Ronaldo, Trevisan. Espulso all’88’ Bernardini per doppia ammonizione. Recupero 0′ e 6′

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->