Zaccaro: «Con Zucchini quanti ricordi»

Scritto da , 26 novembre 2013
image_pdfimage_print

SALERNO. Era arrivato a Salerno per chiudere la carriera nel migliore dei modi. Il presidente Troisi lo acquistò dal Vicenza per costruire una Salernitana in grado di lottare per la serie B. Era il 1981. Vincenzo Zucchini, classe 1947 si è spento domenica sera dopo una lunga malattia, nella sua Pescara, club di cui è stato bandiera, capitano e fino a ieri team manager. In panchina c’è Tony Giammarinaro. La squadra sulla carta è forte. Zucchini segna il suo primo gol in granata contro il Latina al Vestuti, si ripeterà a Francavilla per poi punire nuovamente il Latina. Segnerà anche in coppa a Nocera Inferiore e contro il Sorrento al Vestuti. Ci sono Chiancone e Vulpiani, c’è Marconcini in porta, Di Fruscia e Del Favero in difesa, Zaccaro in attacco. Proprio Giovanni Zaccaro ricorda commosso il suo ex compagno, col quale ha diviso lo spogliatoio nella stagione 1980/81: “Apprendo ora la notizia, è un dispiacere enorme. Vincenzo era una persona per bene, sempre disponibile con tutti. Quando giocavamo assieme era un ragazzo molto riservato, stravedeva per la sua famiglia alla quale dedicava ogni attimo libero. L’ho continuato a seguire anche negli ultimi anni, mi viene in mente la sua esultanza con Zeman un paio d’anni fa quando lui era team manager del Pescara. Faccio le condoglianze alla famiglia”. La squadra con Romano Mattè, subentrato a Giammarinaro dpo una settimana di Gigante traghettatore, in panchina vola e arriva a sfiorare la B, persa con la sconfitta in una sciagurata quanto discussa trasferta di Giulianova. Una squadra lanciatissima contro una destinata a retrocedere. Eppure quel giorno vinsero gli abruzzesi e la Salernitana disse addio ala serie B. La stagione successiva Zucchini indossa anche la fascia di capitano. In panchina c’è Ramon Lojacono. La partenza è da sogno. La serie positiva si spezza contro il Siena che vince sfruttando le sviste clamorose dell’arbitro Amendolia, facendo infuriare l’intero Vestuti. Poi arriva il ko conl Pescara. E la squadra piano piano si spegne. Arriverà in panchina Perani ma è un campionato meno esaltante che vedrà i granata chiudere la stagione a metà classifica con 35 punti. Zucchini con la maglia granata 53 presenze e tre reti, cinque presenze in coppa Italia di serie A e B  e nove presenze e due gol in quella di serie C. Simone Perrotta

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->