XV edizione del Premio Best Practices per l’Innovazione: 70 progetti italiani

Ieri mattina nella sede di Confindustria Salerno, ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione della XV edizione del Premio Best Practices per l’Innovazione. Sono intervenuti: Antonio Ferraioli, Presidente di Confindustria Salerno, Giuseppe Gallo, Vice Presidente della Camera di Commercio e Francesco Serravalle, Presidente Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno e coordinatore del Premio Best Practices per l’Innovazione. Hanno partecipato i referenti di alcuni partner dell’ecosistema del Premio, tra cui Banca di Credito Popolare, Banca Sella, Tim, Unicredit, Banca Campania Centro, Isolkappa, Enea e Sider Pagani. L’iniziativa è organizzata da Confindustria Salerno – in collaborazione con la Camera di Commercio di Salerno – e ha l’obiettivo di diffondere la cultura dell’innovazione attraverso la presentazione e promozione di progetti concreti di imprese, start up, spin off e organizzazioni. “Grazie al PNRR – ha sottolineato Antonio Ferraioli – le prospettive di cambiamento e innovazione sembrano a portata di mano per innescare uno sviluppo che sia sostenibile e duraturo. Questo Premio, da anni, dà il suo piccolo grande contributo a diffondere la cultura dell’innovazione e della sostenibilità, ponendo Salerno al centro del dibattito sui temi più cari alle imprese.” “Le nuove sfide che l’economia post coronavirus si trova ad affrontare – ha affermato Francesco Serravalle – impongono di dare spazio alle idee capaci di generare un impatto positivo sul benessere sociale, sull’ambiente, sulla competitività delle nostre imprese. Per questa ragione, abbiamo scelto tre settori che, per motivi diversi, necessitano di nuovi modelli di business sostenibili nel lungo termine: la digitalizzazione, le innovazioni tecnologiche 4.0 applicate alla filiera turismo e beni culturali e quelle nel settore agrotech. E’ significativa, inoltre, la presenza di molti progetti realizzati in collaborazione con altri partner, allo scopo di favorire lo scambio di conoscenze tra aziende, spin off e start up”. “Da tempo – ha precisato Giuseppe Gallo – la Camera di Commercio di Salerno sostiene e collabora a questo progetto che porta a Salerno aziende e start up provenienti da tutta Italia. E’ un modo per far conoscere il valore del nostro sistema imprenditoriale facendo, al contempo, marketing territoriale. E’ una best practices ormai consolidata che giova all’intero sistema economico salernitano.” Mercoledì 16 e giovedì 17 giugno, presso la Stazione Marittima di Salerno, avrà luogo l’evento finale del Premio, una due giorni in cui aziende, start up e spin off avranno l’opportunità di presentare i loro progetti a una giuria composta da esperti, imprenditori, policy marker, investitori, accademici e rappresentanti dell’ecosistema dell’innovazione del Premio. Concorreranno 70 progetti provenienti da tutta Italia – di cui 22 progetti sono campani e 24 progetti sono realizzati in collaborazione con altri partner. Sono tre le sezioni di concorso: Tecnologie abilitanti 4.0 applicate al settore e filiera del turismo/beni culturali; Digitalizzazione – innovazioni di processo; Agrotech – innovazioni di settore. L’evento finale rappresenta il momento più significativo dell’iniziativa e costituisce la conclusione dell’edizione con la proclamazione dei vincitori e l’assegnazione dei premi. Per i tre vincitori della XV edizione del Premio BPI è previsto un premio totale del valore di 15mila euro.