Walzer di nomi: beffati Sica e Rizzo. Pisapia non fa 16

Scritto da , 27 aprile 2018
image_pdfimage_print

Adriano Rescigno

Per qualcuno, in quel del comune più chiacchierato della valle dell’Irno, tra Salerno ed il polo universitario di Fisciano, sembra che ci vorrà la mano santa della Nostra Signora la cui festa coincide, manco a farlo apposta con il termine ultimo per la presentazione delle liste elettorali, l’otto maggio. Mala tempora currunt per l’onorevole Angelo Tofalo ed i sui adepti pentastellati i quali con certezza quasi assoluta radente la matematica non riusciranno a presentare lista e simbolo a causa di mancanza di manodopera. Un brutto colpo per il giovane onorevole appena rieletto che nel suo Comune di residenza non riesce a porre una squadra alternativa alle compagini civiche dell’ex sindaco, Giuseppe Pisapia “Cambia Pellezzano” e del nuovo che avanza “Impegno Civico” capeggiato da Francesco Morra. Dalla compagine di Morra a quella di Pisapia rimpalla anche la candidatura di Tiziano Sica, giovane espressione della Lega sul territorio, rifiutato dal primo e con il dictat da parte del carroccio salernitano di non schierarsi con Pisapia. Nelle ultime ore pare che nel comitato di Morra a Coperchia abbia preso posto anche Emanuele Baieri assicurandosi un posto il lista. Rimanendo su “Impegno Civico” pare che dopo il secco “no” di Morra alle richieste di Roberto Celano, dirigente provinciale di Forza Italia ( 4 posti il lista), sia stata fatta definitivamente piazza pulita con Braga, D’Agostino, Vernieri, Berritto, e Marchese bocciati e che probabilmente, altri nomi permettendo, faranno una lista a se nella quale confluirà anche il giovane leghista Sica. Retropensieri anche nella lista dell’ex primo cittadino Giuseppe Pisapia dove Antonio Rizzo rimane. (Rizzo sin dalla prima ora aveva aderito al polo civico di Francesco Morra, in seguito fuorisciuto dopo l’accostamento con l’esponente di Fratelli d’Italia Giovanni D’Agostino in seguito allontanato dal progetto). Il progetto di “Impegno Civico” in ultimo pare sia stato abbracciato da Anna Lucia Albano, figlia di Andrea Albano, volto noto della politica di Pellezzano. Su volti nuovissimi o quasi, punta Pisapia che per completare una lista tra tante difficoltà dovute alle passate tensioni, e l’otto maggio dovrebbero ritrovarsi in lista: Cuoppo Mariarosaria, Contagioco Giovanni, Pietro Ziella (80 voti ottenuti nella scorsa sfortunata tornata amministrativa), Pietro De Martino, Villari Ermanno e Giovanni Moccia; salvo colpi di scena. Avventurieri e capitani coraggiosi alla conquista di un Palazzo di Città dalle poltrone che scottano e che fanno paura.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->