Volpe e Arechi, non c’è accordo tra il Comune e il club granata

Scritto da , 11 gennaio 2014

SALERNO. Nulla di nuovo per quanto concerne l’accordo tra comune e Salernitana relativamente all’utilizzo del campo Volpe e dello stadio Arechi. Ieri mattina a palazzo di città c’è stato solo un primo incontro tra le parti come ci conferma l’assessore, con delega allo sport, del comune di Salerno Marco Petillo: “C’è stato un incontro tra il sindaco De Luca, Mezzaroma e Lotito ma si è trattato solo di una prima riunione. Ci sono alcuni aspetti da limare come il fatto che anche altre squadre salernitane che disputano campionati di Eccellenza e Promozione possano giocare al Volpe le partite ufficiali. E’ un concetto che ho espresso da tempo: con un campo in erba sintetica dotato di illuminazione notturna e quindi usufruibile h24 mi sembra giusto che possano accedere anche altre squadre cittadine e non solo la Salernitana”. L’architetto salernitano è fiducioso sul buon esito della trattativa: “La questione la segue direttamente De Luca, bisogna smussare qualcosina anche se per essere il primo incontro è stato positivo. Le parti si sono lasciate in maniera tranquilla ed in futuro ci saranno sicuramente altri approfondimenti”. Per il completamento del Volpe manca davvero poco ed è lo stesso Petillo che ci fornisce informazioni più dettagliate al riguardo: “I lavori si sono temporaneamente fermati a causa delle feste natalizie e della pioggia. Manca solo la stesura di una sostanza chiamata organico. Avevamo montato anche le porte che sono state rubate per cui abbiamo dovuto ricomprarle e prima della fine di gennaio dovrebbe essere tutto pronto”. Oltre al Volpe, con De Luca i due patron granata hanno anche discusso della gestione dell’Arechi. “Per l’Arechi la questione è più complessa in quanto si tratta di valutare una serie di aspetti. Il comune si è assicurato la manutenzione dell’erba, mentre per il drenaggio il Comune ha sottoscritto già un impegno con un altra società. Poi c’è da valutare il restyling e le aree limitrofe al Volpe”. Antonio Mandia

Consiglia