Vietri. Volume troppo alto: coppia minacciano i militari con una pistola ed un coltello

Scritto da , 19 luglio 2017

Pina Ferro

Aggrediscono e minacciano i carabinieri con una pistola ed un coltello. In manette è finita una coppia di Vietri sul Mare. P.L. 43 anni e la compagna D.V. 42 anni questa mattina saranno compariranno dinanzi ai giudici del tribunale di Salerno per il rito della direttissima. Nella girnata di ieri, i carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Salerno, agli ordini del tenente Bartolo Taglietti sono intervenuti in località Molina di Vietri sul Mare dove era stata segnalata un disturbo alla quiete pubblica determinato dall’alto volume di un’apparecchiatura da parte di un residente. Giunti sul posto i militari sono stati aggrediti verbalmente di P.L., responsabile del disturbo che stavano vivendo i residenti. Dalle parole l’uomo è passato ai fatti aggredendo i carabinieri e ovviamente avendo la peggio. Ma neppure di fronte a questo l’uomo si è arreso. Infatti, è rientrato in casa, uscendo dopo pochi minuti e impugnando una pistola che ha puntato contro i militari che si sono così ritrovati di fronte ad una situazione delicatissima. Gli uomini del tenente Taglietti sono riusciti con freddezza e prontezza di riflessi a disarmare l’uomo. Solo succesivamente è stato appurato che in realtà l’arma era una pistola giocattolo. A questo punto sembrava che la situazione fosse sotto controllo. Invece… All’improvviso dall’abitazione è venuta fuori la compagna di P.L., una donna cubana di 42 anni. Questa ha avanzato in direzione dei carabinieri brandendo una lama di circa 40 centimetri. A questo punto i carabinieri hanno chiesto dei rinforzi. Sul posto sono intervenuti due pattuglie da Salerno ed una da Cava de’Tirreni. La coppia è stata resa inoffensiva ed ammanettata Vietri :arrestato spacciatore I carabinieri della stazione di Vietri Sul Mare, nel corso di normali controlli del territorio hanno tratto in arresto M.B. 42 anni di Salerno per possesso di sostanza stupefacente. Il 42enne sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di 14 ovuli tra cocaina ed eroina per un peso complessivo di 13 grammi. Inoltre era in possesso di 35 euro in baconote di vario taglio. Espletate le formalità di rito M.B. è stato ammanettato e ristretto ai domiciliari in attesa della direttissima.

Consiglia