Vietri: Parcheggi mai realizzati firmati da De Luca jr, Forza Italia: “Vogliamo chiarezza”

Scritto da , 15 settembre 2016
foto-vietri

VIETRI SUL MARE. «In campagna elettorale gli annunci in pompa magna e poi non seguono i fatti. E’ lo stile della amministrazione di Vietri, tanto fumo e pochi fatti». Così in una nota Davide Scermino, commissario cittadino a Vietri di Forza Italia, che chiede chiarezza – insieme ai vertici provinciali azzurri –  sul parcheggio, da realizzarsi in project financing, che sarebbe dovuto sorgere nei pressi di piazza Matteotti e che, invece, è rimasto lettera morta e solo raffigurato in un plastico che venne esposto durante l’ultima campagna elettorale che ha portato alla rielezione del sindaco Francesco Benincasa. Progetto che ha visto protagonista Roberto De Luca, secondogenito del governatore della Campania, ed attuale assessore al bilancio del Comune di Salerno. «L’amministrazione presentò progetti e plastico per il mega parcheggio e la nuova mobilità, zona piazza Matteotti (scuole Medie), da realizzare in regime di finanza di progetto. Non si hanno più notizie. Il sindaco e la sua squadra – aggiunge Scermino – dicano alla cittadinanza cosa è successo. Noi disponibili a dare un contributo di idee per migliorare i progetti ma serve chiarezza. Questa amministrazione ha preso una brutta abitudine. Annuncia e non fa»,  conclude Scermino. «Da Forza Italia Vietri riflessioni puntuali. È diritto di tutti capire cosa è successo. Temo, su questo progetto, ci sia stato un blocco per pudore. E bene si è fatto» aggiunge Gaetano Amatruda, vice coordinatore provinciale di Forza Italia. «Nel 2011 la consulenza finanziaria, per una società privata, fu firmata da Roberto De Luca e temiamo non sia omonimia. Un problema di opportunità politica grande come un macigno. Credo – aggiunge Amatruda – e spero che l’amministrazione si sia fermata per questo problema. Si risolva questo conflitto di interessi ‘politico’ e si trovi una soluzione per Vietri. Si facciano presto e bene le opere necessarie». «Si risolva e Vietri – concludono insieme Amatruda e Scermino- e si accenda un riflettore, in tutta la provincia, sulle iniziative del cerchio magico deluchiano». (brivi)

Consiglia