Via Galdi, Valiante perde un altro pezzo

Scritto da , 29 novembre 2018
image_pdfimage_print

E’ sempre più in salita la strada per il sindaco Gianfranco Valiante, che spera nella ricon- ferma nella tornata elettorale della prossima primavera. Ieri mattina l’esecutivo ha perso un nuovo pezzo, con le dimissioni dell’asses- sore all’Urbanistica Luca Galdi. Un atto poli- tico che arriva dopo la mancata sottoscrizione di un documento targato Pd che blindava la ri- candidatura dell’attuale primo cittadino. Così tra Valiante e Galdi le strade si dividono, con il primo sempre più alle prese con i numeri della sua maggioranza e il secondo che intravede un nuovo percorso politico distante dall’ex consi- gliere regionale di “Campania Libera”. Un dato certo fino ad ora sembra che sia acquisito: il via libera della segreteria provinciale del Par- tito democratico alla ricandidatura di Gian- franco Valiante. «Pur dedicando tempo, passione ed impegno a questo incarico rice- vuto, grazie al consenso dei cittadini -spiega l’ormai ex assessore Galdi – devo comunque constatare che le tante vicende politiche hanno sfilacciato il gruppo e ridimensionato il progetto iniziale. La Città di Baronissi chiede altro ed il sottoscritto non riesce, nonostante la buona volontà ed i tanti sforzi, ad immaginare una continuità del progetto con lo stesso leader e con la stessa squadra di governo». Ma Galdi non dovrebbe essere l’unico ad abbandonare Valiante. Anzi, potrebbe essere stato l’apripista di una crisi quasi irreversibile per l’attuale amministrazione comunale. Non si esclude che, stando ai numeri (al momento la maggioranza si regge per il solo voto di Tony Siniscalco), il Comune di Baronissi arrivi com- missariato all’appuntamento elettorale. Tra i dissidenti ci sarebbe la stessa vicesindaco Anna Petta, pronta anche lei a rimettere le de- leghe, in cambio di una leadership nel caso di una formazione di un gruppo alternativo al Pd e quindi a Valiante.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->