Verdi per la stagione operistica il Comune compra anche gli spartiti

Scritto da , 15 maggio 2013

L’orchestra la porto io, ma gli spartiti li mettete voi. Siamo al teatro Verdi ma non sul palcoscenico, bensì a Palazzo di Città, dopo la spesa lievita per la stagione operistica. Proprio quella che, secondo il primo bilancio, costa alle casse comunali oltre tre milioni di euro. Una cifra abbastanza elevata se si considera che la copertura economica è quasi tutta a carico del Comune di Salerno, in considerazione dei risicati profitti provenienti dalle vendite dei biglietti. E come se non bastasse, ora, il Comune deve acquistare anche gli spartiti per le opere liriche Otello e Simon Boccanegra. Quattromila euro i soldi che Palazzo di Città ha stanziato per la «fornitura – si legge nella determina – degli spartiti musicali occorrenti per le opere (Otello e Simon Boccanegra) in programma nei prossimi mesi, nell’ambito della stagione lirico concertistica 2013». Partiture che arriveranno direttamente da Trieste, ed in particolare dalla ditta M.R. che fornirà, dunque, quanto chiesto dal direttore artistico del Teatro Verdi, Daniel Oren. Dopo gli spartiti, ora non dovrebbe mancare più nulla. Almeno si spera.

Consiglia