Ventisei milioni per la protezione e il ripascimento di un chilometro di litorale

Scritto da , 17 Aprile 2013
image_pdfimage_print

Ventisei milioni per la riqualificazione e la difesa di un chilometro di litorale, nel tratto che va da Torre Angellara al costruendo porto Marina d’Arechi. E’ questo il frutto del protocollo di intesa stipulato nella giornata di ieri tra il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, e uno dei suoi bersagli preferiti: il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro. Alla firma dell’atto era presente anche l’assessore regionale ai lavori pubblici Edoardo Cosenza. Uno stralcio del progetto complessivo che interesserà la fascia costiera fino all’altro porto in costruzione, ovvero quello di Pastena.
Di questi 26 milioni (che dovranno essere utilizzati entro la fine del 2015), 15 (finanziati dalla Regione) saranno adoperati per mettere in campo opere di difesa della costa, mentre i restanti 11 (messi a disposizione del Comune) andranno a copertura del ripascimento del litorale eroso dalle numerose mareggiate. Il protocollo di intesa, sottolinea il presidente Caldoro, è la giusta conclusione della richiesta del Comune di Salerno al fine di tutelare «la sicurezza dei cittadini e la valorizzazione della vocazione turistica della città» ed è testimonianza del «confronto con il Comune di Salerno, su questo tema, che conferma la linea della collaborazione istituzionale che la Regione porta avanti con gli Enti locali».
De Luca, stavolta non ha detto a Caldoro di vergognarsi, ma ha affermato che la stipula «è frutto di un’apprezzabile collaborazione istituzionale e permette di liberare importanti risorse per la salvaguardia dell’ambiente, la sicurezza dei cittadini e degli edifici, la valorizzazione delle potenzialità turistiche del litorale».

 

17 aprile 2013

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->