Vendita alcol ai minori, Gallo, Naddeo e D’Alessio: “Incrementare i controlli”

di Erika Noschese

Incrementare i controlli, all’interno dei locali, per contrastare il fenomeno della vendita di alcol ai minori. E’ questa, in sintesi, la richiesta che i consiglieri comunali di Salerno Leonardo Gallo, Antonio D’Alessio e Corrado Naddeo hanno inviato al comandante della polizia municipale di Salerno Antonio Vecchione. «Stando ai dati più recenti, il consumo da parte dei giovani di alcol è sempre più crescente mentre quello da parte di minorenni ha assunto aspetti inquietanti. La stampa riporta spesso inchieste allarmanti che descrivono non solo il fenomeno ma anche le modalità di aggiramento delle pur severe leggi vigenti, ciò tanto con la negligenza, se non la complicità, di esercenti che somministrano bevande altamente alcoliche – hanno detto i consiglieri comunali – Anche sul nostro territorio il fenomeno è presente soprattutto durante le serate di maggiore afflusso di giovani e, nel nostro caso, adolescenti e teenagers che affollano i luoghi maggiormente attrattivi. Ne siamo testimoni diretti». Secondo Gallo, Naddeo e D’Alessio, inoltre, numerose sono le segnalazioni che ricevono da parte dei cittadini, testimoni di giovani e soprattutto adolescenti, dediti all’uso anche sfrenato di alcol e chiaramente condizionati nel fisico e nella lucidità dal suo consumo. Da qui la richiesta di intensificare i controlli, con maggiore frequenza e continuità «circa la regolare somministrazione di alcol ai minorenni operando controlli più stringenti e con l’applicazione delle più severi sanzioni che la legge prevede in guisa da debellare definitivamente il fenomeno certamente già attenzionato dal Corpo che Lei dirige», si legge nella lettera scritta al comandante della municipale di Salerno.