Usura e clan. I carabinieri sequestrano beni per 3 milioni di euro

Scritto da , 9 Marzo 2015
image_pdfimage_print

I militari del Nucleo Investigativo del Comando provinciale dei Carabinieri di Salerno hanno eseguito oggi un provvedimento di applicazione della misura di prevenzione patrimoniale del sequestro, per la confisca di beni immobili e mobili registrati emesso dal Tribunale di Salerno nei confronti di Raffaele Botta, 55enne pregiudicato di Siano (SA) e dei due figli poiché ritenuto responsabile del reato di usura ed elemento vicino al clan Bisogno di Cava de’ Tirreni.Botta è considerato elemento di significativa pericolosità sociale. Nel corso delle operazioni sono stati sequestrati 2 appartamenti, 1 box auto, 1 terreno, 3 bar ,1 negozio di abbigliamento, 1 azienda per la lavorazione del marmo e 1 motociclo per un valore complessivo di circa 3 milioni di euro.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->