Universiadi, in bilancio otto milioni per consulenze

Scritto da , 24 luglio 2017

di Andrea Pellegrino

In principio era un milione di euro. Ora la cifra è sostanzialmente lievitata. Quest’anno se ne spenderanno 2 milioni di euro; l’anno prossimo quattro e, nel 2019, 2 milioni e cinquecentomila euro. Totale 8 milioni e mezzo. E’ la cifra che emerge nella variazione al bilancio triennale di previsione dell’Agenzia delle Universiardi guidata dell’ex rettore dell’Unisa, Raimondo Pasquino. E riguarda, manco a dirlo, spese per personale di staff, collaborazioni professionali, formazione volontari. Ed è una delle voci più cospicue del bilancio, ad eccezione degli interventi di ristrutturazioni degli impianti sportivi nelle varie zone della Regione Campania. Tra l’altro, esclude l’attuale assetto organizzativo dell’Agenzia che in quanto ad incarichi, fino ad ora, non si è tirata indietro, nonostante l’incertezza dello stanziamento dei fondi dal governo nazionale. Nell’anno dell’Universiadi, secondo questo primo prospetto e seguendo le previsioni, si spenderanno 2 milioni e 700mila euro per allestimenti, medaglie, uniformi e podi e fiori e 3 milioni e mezzo per servizi di produzioni televisive, riprese ed allestimenti per riprese tv. Ancora 4 milioni e mezzo per spese di trasporti, pedaggi e parcheggi. Insomma, a conti fatti, per le “piccole spese” l’Agenzia ha stanziato in bilancio (per ora) 38 milioni circa in tre anni, compreso l’esercizio in corso. Per tutto il resto, ossia per gli interventi infrastrutturali e le sistemazioni degli impianti sportivi, stadi e palazzetti compresi sono previsti circa 55 milioni di euro. Diciassette milioni in più rispetto a quanto sborserà per manifestazioni, logistica e consulenze.

Consiglia