Una commissione toponomastica per rivedere i nomi delle strade

Scritto da , 17 Gennaio 2022
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Si torna nuovamente a parlare di salernitani illustri, si torna nuovamente a parlare di dedicare loro il nome di una strada, piuttosto che di una piazza o di un’istituto scolastico, o ancora di uno dei varchi della Villa Comunale. Già nei mesi scorsi erano giunte alla prima giunta Napoli diverse richieste per ricordare salernitani che hanno dato lustro alla nostra città. Molte di queste richieste per non dire tutte sono ovviamente finite nel dimenticatoio. Ora ci riprova nuovamente l’associazione Salernitani Doc che con una nota prova a chiedere l’istitutzione di una commissione di toponomastica al fine proprio di occuparsi della rinomina di alcune strade a cittadini illustri. Nella nota si legge che “a civiltà di un’intera comunità passa anche da questo: intitolare strade alle donne e agli uomini che con il lavoro e il proprio esempio hanno dato lustro alla città di Salerno. La commissione toponomastica deve essere ripristinata al più presto, ribadiamo la nostra disponibilità a fornire due nominativi per la composizione della stessa. La nostra battaglia sulla toponomastica cittadina è in corso ormai da più di dieci anni, chiediamo al sindaco di dare seguito concreto agli impegni assunti nel mese di luglio scorso e al neo consiglio comunale di sostenere questa richiesta”- spiega nella sua lettera Massimo Staglioli, presidente dell’Associazione Salernitani DOC.“Abbiamo da sempre e fortemente sostenuto che bisogna dare mandato ad un gruppo di persone qualificate al fine di stilare un apposito regolamento, – scrive ancora nella sua nota il presidente Massimo Staglioli – per potere individuare chi realmente è meritevole di tale attenzione e allo stesso tempo garantire la parità di genere e mantenersi equidistanti dalle appartenenze politiche. Nei giorni scorsi, si sono registrate ulteriori iniziative che propongono l’ intitolazione di strade, slarghi e altri spazi pubblici: tutti da intestare sicuramente a date storiche importanti o personaggi illustri ma spesso si dimentica chi ha contribuito a portare in alto in nome della nostra città. Sulle nuove targhe destinate a ridisegnare il profilo urbanistico e culturale dei nostri quartieri porremo la giusta attenzione. – Continua Staglioli – Compito nostro è informare la comunità e da essa ricevere ogni giorno, gli stimoli necessari per difendere le cause a loro care, per questo motivo abbiamo inteso avviare una raccolta di firme, condividendo con i tanti cittadini che ci sostengono, l’appello di sempre: Salerno, i salernitani, l’intera città ha bisogno di rinsaldare un legame d’affetto e di gratitudine con tutti i suoi figli che l’hanno lasciata per sempre. – E poi conclude – L’auspicio che sia giunto definitivamente il momento giusto per poter ripartire e fare chiarezza su di una tematica che da sempre è al centro degli interessi dell’Associazione Salernitani DOC”. Ora spetta all’amministrazione comunale dare risposta alla richiesta del presidente Stagioli, nella speranza che almeno, questa volta una risposta arrivi davvero e che veramente vengano ricordati quei salernitani che tanto hanno fatto e dato alla città.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->