Una candela per illuminare il cammino di ogni donna

Scritto da , 21 dicembre 2013

Donne di forza, donne di cuore, donne di voce e impegno di pace, sono le donne della Fidapa, l’associazione che promuove e sostiene le iniziative delle donne che operano nel campo delle arti, delle professioni e degli affari, che si sono riunite, all’hotel Baia, per celebrare la tradizionale festa degli auguri. Naturalmente ai tavoli non potevano mancare le candele che ogni anno sono le protagoniste della suggestiva “Cerimonia delle Candele”: «Accendiamo una candela per illuminare il cammino di ogni donna, di ogni amica che vuole tessere il proprio destino», ha spiegato la presidente della sezione Fidapa di Salerno, la professoressa Luisa Fiore, che ha annunciato l’ingresso nel sodalizio di due nuove socie: l’avvocato Anna Ferrazzano, candidata a sindaco alle ultime comunali, e Giusy Amorena, creatrice di gioielli in pietre dure, titolare di “Malaga Gemme”. La presidente, Luisa Fiore, ha poi tracciato un breve bilancio delle attività svolte durante la prima parte dell’anno sociale e annunciato i programmi del prossimo trimestre: «Insieme all’associazione Soroptimist, presieduta da Anna Luisa Giuliano, il 28 dicembre all’ex Museo del Falso di via Porta Elina, inaugureremo la mostra di ceramiche di Maria Rosaria Amato, in occasione della presentazione del nuovo romanzo dello scrittore Maurizio De Giovanni: “I Bastardi di Pizzofalcone”. Stiamo organizzando anche altri incontri: quello con la professoressa Paola Capone, che parlerà del ruolo della donna nell’editoria e la presentazione del libro di Alfredo Capone su Giovanni Amendola». La presidente, che ha contribuito a creare un’atmosfera natalizia esponendo un bellissimo presepe realizzato da Anna Barone De Riso, ha invitato tutte le socie a: «Pensare al futuro sempre con serenità». La past president del Distretto Sud Ovest, che comprende 57 sezioni distribuite sul territorio campano e calabrese, ora segretaria nazionale, Caterina Mazzella, sempre vicino alle socie della sezione storica di Salerno, ha portato i saluti della presidente nazionale Anna Lamarca e, con grande empatia, ha sottolineato l’importanza della coesione e del ruolo dell’associazionismo «Quello d’interagire per proporre sul territorio buone prassi e buone azioni. Insieme si può», la dottoressa ha auspicato l’armonia tra le socie : «Dove c’è armonia, si opera meglio e si ottimizzano i risultati» e ricordato le tante iniziative volte a migliorare la condizione della donna, oltre al tema nazionale: “Il ruolo delle associazioni femminili in una società in rapida e continua evoluzione”, curato dalla vicepresidente Clara Guarino, e quello internazionale, che tratta della “Green Economy”, un modello di economia nuovo portato avanti dalle giovani generazioni, curato dalla past president Rita Vitale Simbolo, che lo sta promuovendo , con dieci Sezioni della Provincia di Salerno e della Campania: «Si concluderà con un importante incontro con illustri relatori l’otto luglio». Tanti gli ospiti presenti, accolti dalle socie, in particolare dalla segretaria Dina Oliva e dalla tesoriera Rita Laurenzi, tra questi il presidente dell’associazione Lucana “Giustino Fortunato”, il professor Rocco Risolia.

(anpa)

Consiglia