Un tir in fiamme sul Viadotto Gatto: “il parco mezzi delle aziende vetusto”

Scritto da , 6 Giugno 2021
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Attimi di panico ieri mattina sul Viadotto Gatto. Per cause ancora da accertare un Tir è stato coinvolto in un incendio. Stando a quanto emerso fino ad ora, l’autoarticolato si stava recando al porto commerciale, ma ha dovuto fermare la sua corsa a causa dell’incendio che sarebbe stato provocato da un corto circuito. Illeso il conducente che è riuscito a mettersi in salvo, ingenti i danni. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco che hanno domato il rogo e la polizia municipale che ha dovuto gestire il traffico perché, a causa delle fiamme e della nube nera che si è presto diffusa invadendo buona parte della città, la strada è stata chiusa momentaneamente alla circolazione veicolare. Intanto, a lanciare l’allarme sulle vetustà del parco mezzi di alcune aziende salernitane, le organizzazioni sindacali di Filt Cgil e Uiltrasporti, attraverso i segretari generali Gerardo Arpino e Antonello Guerrazzi che parlano di “ennesimo episodio grave e preoccupante che ci troviamo a registrare sull’unica arteria che collega l’autostrada al porto salernitano, riducendo al minimo i livelli di sicurezza per tutti”. I sindacati, infatti, da tempo denunciano le condizioni in cui versa il parco mezzi di innumerevoli aziende di trasporto che tutti i giorni circolano sulle strade della provincia di Salerno. “C’è la necessità di un cambio di marcia, bisogna investire in sicurezza acquistando nuovi mezzi – hanno dichiarato ancora Arpino e Guerrazzi – La sicurezza non va considerata solo come un costo, ma deve essere l’obiettivo primario di tutti, nessuno escluso, ed un’assoluta necessita”. A lanciare invece l’allarme sulla pericolosità del viadotto Gatto il presidente della commissione Trasparenza Antonio Cammarota, candidato sindaco de La Nostra Libertà: “Siamo alle solite, l’incendio del Tir sul Viadotto Gatto riapre un caso che mostra tutta l’indifferenza dell’amministrazione comunale rispetto alla sicurezza stradale. Lo abbiamo denunciato da anni : il Viadotto Gatto è pericoloso e continueremo a denunciare portando la vicenda in commissione trasparenza, in quella sede ottenemmo la revisione mai fatta prima della intera struttura”, ha dichiarato Cammarota evidenziando che, ancora oggi, mancano le corsie di emergenza, manca l’illuminazione e tra l’altro i recenti lavori hanno portato solo ad una tinteggiatura. “Il manto stradale è compromesso e quindi ne va della sicurezza automobilisti e scooteristi. Avevamo proposto lo stop ai mezzi pesanti nei weekend e nei giorni festivi ma ancora regna l’indifferenza generale, nonostante il sangue già versato sull’asfalto”. Da qui, prosegue Antonio Cammarota: “La nostra proposta di delocalizzazione del porto commerciale, nostra storica battaglia che porteremo avanti. Il porto ha bisogno di spazi adeguati, di una economia di scala, ma soprattutto di stare lontano dal centro della città”.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->