Un tesoro in pericolo. Tutela ambientale per le coste salernitane, la risposta della Camera di Commercio

Scritto da , 24 giugno 2016
image_pdfimage_print

L’eco della memoria registra un interesse delle istituzioni verso i problemi ambientali di Salerno e della costiera amalfitana

 

Di AMBRA DE CLEMENTE

Conferenza stampa accorsata martedì mattina nell’aula Parilli del Palazzo di Giustizia, dell’Ordine degli Avvocati. L’Ingegnere Andrea Prete, Dirigente della Camera di Commercio, il dott. Fabio Zunica, Giudice del Tribunale di Salerno della Scuola Superiore di Magistratura, il Dott. Corrado Lembo, Procuratore della Repubblica di Salerno convocano la stampa per presentare il convegno che si terrà oggi, dalle ore 16.00 alle ore 20.00 anella sala Genovese della Camera di Commercio di Salerno, dal titolo: “ Un tesoro in pericolo. Tecniche investigative e strumenti di tutela ambientale della fascia costiera salernitana”. Un problema del turismo sostenibile della Campania che va approfondito al di là di quello che la classe dirigente politica ci dice. L’ evento è organizzato dalla Struttura Didattica Territoriale di Salerno della Scuola Superiore della Magistratura e dalla Camera di Commercio di Salerno e promosso dalla Procura della Repubblica di Salerno. Dopo i saluti del Presidente della Corte d’Appello, dott.ssa Iside Russo e del  Presidente della Camera di commercio, ing. Andrea Prete, interverranno, come relatori, il Procuratore Generale di Salerno, dott. Leonida Primicerio, il Procuratore della Repubblica di Salerno, dott. Corrado Lembo, l’Avvocato Generale di Salerno, dott. Aldo De Chiara, i Sostituti procuratori, specializzati in materia delle Procure della Repubblica di Salerno, Nocera Inferiore e Vallo della Lucania, il Presidente di Confindustria Salerno, dott. Mauro Maccauro, i professori Massimiliano Lega, Paolo Massarotti, Francesco Citarella ed il Presidente del C.I.R.A. Centro Italiana di Ricerche Aerospaziali, prof. Luigi Carrino. Prenderà quindi la parola il Vice Presidente della Regione Campania con delega all’ambiente, on. Fulvio Bonavitacola. Il Convegno si propone principalmente di illustrare il metodo di lavoro adottato dalle Procure della Repubblica del Distretto della Corte d’Appello di Salerno, sia nell’azione di accertamento e contrasto dei crimini contro l’ambiente, anche alla luce della nuova normativa, sia nell’azione di promozione del risanamento ambientale del territorio. Saranno infatti illustrate le tecniche di indagine dei tre uffici di Procura e le nuove tecnologie e strumenti impiegati. Il tutto  con particolare riferimento alle acque antistanti la costa della Provincia di  Salerno messe a rischio dallo sversamento di acque reflue non adeguatamente trattate anche a causa del malfunzionamento dei depuratori dei comuni della fascia costiera. Al Convegno è stato invitato a partecipare il Ministro della Giustizia, on. Andrea Orlando. Un’ ottima iniziativa da parte della procura di Salerno per tutelare il mare contro scarichi abusivi, sversamenti, reflui fognari, che rendono imbalneabile il mare  ed i fiumi salrnitani salernitano e stanno distruggendo anche il mare della preziosa perla della costiera Amalfi. Oltre i vecchi criteri di denuncia del cittadino. Il Volturno è fortemente inquinato- ha dichiarato il Procuratore Lembo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->