Un salernitano sulla strada della Salernitana, Erra: “Meraviglioso sfidare i granata”

Scritto da , 17 Settembre 2014
image_pdfimage_print

Dalla panchina della Gelbison alla sfida contro la Salernitana. Questa la strana parabola di Sandro Erra, salernitano di Coperchia, che nel giro di pochi mesi è passato dall’allenare la squadra lucana alla panchina della Vigor Lamezia che sabato affronterà la Salernitana. Un’emozione particolare ma nulla di più per Erra: “Per me che vivo a Coperchia trovarmi di fronte la Salernitana è sicuramente qualcosa di molto bello. Ovviamente ho tanti amici a Salerno, domenica ero all’Arechi a vedere la partita, ma non avrebbe un sapore particolare battere la Salernitana. Sarebbe sicuramente una grande impresa e qualcosa di utilissimo per noi ma nulla di più”. Erra, la cui Vigor Lamezia è partita molto bene collezionando cinque punti in tre partite, è conscio della difficoltà del match di sabato ma spera nell’impresa: “Finora abbiamo fatto bene ma fondamentalmente abbiamo giocato contro squadre che, come noi, lotteranno per la salvezza. Quello di sabato sarà il primo vero big match. Siamo consci di affrontare un avversario molto forte, costruito per vincere il campionato. Sarà una partita difficilissima, solo facendo una prestazione perfetta potremmo portare a casa dei punti”. L’ex tecnico della Gelbison sta seguendo con particolare interesse l’avvio di stagione della Salernitana e non è sorpreso del primato in classifica dei granata: “La Salernitana, come dicevo, è stata costruita per vincere il campionato. Vederla lassù non mi sorprende affatto perchè è stata allestita per questo. Ha tanti giocatori forti che con questa categoria c’entrano davvero poco. Anche domenica scorsa, pur avendo magari concesso un po’ troppo all’Aversa Normanna, ha avuto la forza di reagire da grande squadra e di vincere la partita grazie ai tanti grandi giocatori che annovera tra le proprie fila. Chi toglierei alla Salernitana? La lista sarebbe lunghissima. Sono tutti giocatori pericolosissimi per gli avversari ma, onestamente, non toglierei nessuno. E’ bello che squadre come la nostra possano misurarsi con una squadra importante come la Salernitana con tutti i suoi effettivi al massimo della forma. Non ho sentimenti particolari, sono sicuro che sarà una bella giornata. Avrò modo di rivedere tanti amici che saranno al seguito della squadra granata. E’ la prima volta che affronto la Salernitana ma la sto vivendo con serenità, è un’emozione che voglio godermi senza timori reverenziali”.

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->