Un pareggio con tantissimi rimpianti. La Nocerina a Locri si mangia le mani

Scritto da , 7 Gennaio 2019
image_pdfimage_print

di Filippo Attianese

LOCRI-NOCERINA 2-2
Locri (4-3-3): Pellegrino; Bacilleri, Strumbo, Russo, Marte (1’ st Foti); Amato, Pagano (34’ st Libri), Cosentini (18’ st Trombino); De Marco, Caruso, Carbone. A disp.: Manno, Costabile, Varricchio, D’Apice, Fania, Bruzzese. All.: Pellicori.
Nocerina (3-4-1-2): Novelli; Vuolo, Caso, Salto; De Feo, Cardone, Pecora, Festa; Ruggiero (47’ st Montuori); Amendola (9’ st Vatiero), Simonetti. A disp.: Ruocco, Ansalone, Branchi, Califano, Di Crosta, Grillo, Riccio. All.: Viscido.
Arbitro: Andreano di Prato.
Marcatori: 3’ pt Salto (N), 38’ pt Simonetti (N), 40’ st De Marco (L), 27’ st Carbone (L).
Note: Spettatori 500 circa con folta rappresentanza ospite. Allontanato per proteste Pellicori (L) al 40’ st. Ammoniti:Marte, De Marco, Pagano (L); Pecora, Novelli (N).
LOCRI – Pareggio amaro per la Nocerina di mister Viscido che esce dal Comunale di Locri con un punto e tanti rimpianti. I molossi sprecano malamente il doppio vantaggio maturato nel corso del primo tempo, facendosi rimontare dai calabresi, bravi a restare in partita nonostante la partenza ad handicap ed a colpire nel finale. Novità di formazione su entrambi i fronti. Pellicori lancia subito due tra i nuovi acquisti; al centro della difesa esordio per Liberato Russo; a centrocampo titolare Amato. Cambia qualcosa anche Viscido che rispolvera Vuolo, out a Marsala; torna in campo anche Ruggiero, al rientro dopo l’infortunio. Parte subito forte la Nocerina che dopo appena tre minuti è in vantaggio: punizione maligna di Ruggiero che scodella al centro; il portiere non è impeccabile, la difesa di casa non riesce a liberare e Salto è il più lesto di tutti a trovare la deviazione giusta di testa da pochi passi. Il gol dei molossi cambia il volto della gara: il Locri pare accusare il colpo ma col passare dei minuti si riorganizza ed a metà frazione si rende pericoloso: Caruso riesce a recapitare un pallone a Carbone che batte a rete; Novelli si fa trovare pronto e respinge la minaccia. Nel finale di tempo la Nocerina torna a premere e centra il raddoppio: Festa serve in profondità Simonetti che va via alla retroguardia di casa, sfrutta bene il varco e supera Pellegrino. Sembra fatta per i molossi ma il Locri non si da per vinto e dopo appena due minuti accorcia con una botta dalla distanza di De Marco che beffa Novelli. La rete subita nel finale di primo tempo condiziona la Nocerina che perde brillantezza e si ritrae nella propria metà campo; Viscido manda dentro Vatiero per Amendola ma la squadra si appiattisce e fatica a pungere in ripartenza. Il Locri ne approfitta per alzare il baricentro ed ad un quarto d’ora dal termine centra l’insperato pareggio: Bacilleri va al cross per Carbone che con una bella girata supera Novelli. La gara non offre più molti spunti: il Locri, pago del pareggio raggiunto, rallenta il ritmo; la Nocerina, scottata dai due gol subiti, non rischia più nulla e deve accontentarsi del pari. Un pari che non smuove più di tanto la classifica dei molossi, a ridosso della zona play-off e con tre lunghezze di vantaggio sui play-out.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->