Un parco giochi e area relax al posto delle ex giostrine

Scritto da , 25 agosto 2017

Un progetto di riqualificazione che attende da troppo tempo il permesso del Comune di Salerno. Un’area abbandonata che dovrebbe essere solo una zona di relax e svago per turisti e cittadini. Purtroppo questa è la vicenda che stanno vivendo i proprietari dell’area delle ex giostrine sul lungomare Colombo. Eppure esiste un progetto  di riqualificazione è arrivata dalla società “L’ isola che non c’è”, proprietaria del suolo che punta ad una trasformazione urbanistica della zona. Un progetto di riqualificazione che attende da troppo tempo il permesso del Comune di Salerno. Un’area abbandonata che dovrebbe essere solo una zona di relax e svago per turisti e cittadini. Purtroppo questa è la vicenda che stanno vivendo i proprietari dell’area delle ex giostrine sul lungomare Colombo. Eppure esiste un progetto  di riqualificazione è arrivata dalla società “L’ isola che non c’è”, proprietaria del suolo che punta ad una trasformazione urbanistica della zona. La società ha provveduto alla presentazione di un progetto che vede la realizzazione di un’area relax con giostrine di ultima generazione (anche una ruota panoramica n.d.r), un bar, un’ area polivalente e una terrazza che affaccia direttamente sul mare con materiali si prima qualità e ogni servizio che si confà ad una struttura turistica. Un progetto presentato dietro indicazioni fornite dal Comune (ad esempio è prevista la discesa a mare per i disabili e l’area bar sarà a vetrate ma con tutti elementi smontabili).Tra le novità anche la sistemazione di un binocolo panoramico che permetterà ai clienti di potersi godere le bellezze della Costiera. Il progetto è stato presentato neò 2016 ma è ancora fermo in quanto si attende l’autorizzazione da parte del Comune che dovrebbe provvedere alla modifica del Puc, il piano urbanistico comunale. Una varinate che per la verità riguarda tutta la fascia costiera della zona e che interessa, ad esempio, anche i lidi balneari. Mese dopo mese si attende che il provvedimento sia portato all’attenzione del Consiglio comunale.La società ha anche ottenuto il finanziamento per il progetto e che rischia di perdere se si continua a non dare il via ai lavori. Nel frattempo, a causa di una mareggiata, è crollato anche un muro che la stessa proprietà ha dovuto far rimuovere per motivi di sicurezza. “Ora ci hanno assicurato dal Comune -affermano i De Marco – che per fine settembre la nostra richiesta sarà all’attenzione del Consiglio comunale. Ci sono stati diversi rinvii che hanno rallentato l’iniziativa ma siamo fiduciosi che presto tutto sarà risolto e potremmo dare il via ai lavori”.

Consiglia

1 Commento

  1. Anna

    28 agosto 2017 at 01:38

    Bellissimo, finalmente.

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->