Un gelato per Daniel Oren

Scritto da , 18 aprile 2017

A Scario i turisti del weekend di Pasqua hanno provato all’Oasi il gusto a contrasto dedicato al grande direttore

Di OLGA CHIEFFI

Preludio d’estate a Scario, perla incontrastata del golfo di Policastro e sede da sempre di un turismo d’élite che in questa Pasqua funestata un po’ dal maltempo ha trovato nel ricchissimo carnet di gusti della gelateria L’Oasi, un gelato dedicato al grande direttore Daniel Oren. Fidel Baldassarri, barman residente del Giardino dell’ Oasi, cui Pino e Grazia Sica hanno affidato la direzione artistica dell’elegante lounge bar, ci spiega come è nato il gelato dedicato al celebre direttore: “Il gusto molto contrastato nel colore e nel sapore è offerto da un mix di cioccolato bianco cioccolato fondente purissimo, quindi amaro, con un terzo ingrediente misterioso e afrodisiaco che teniamo segreto e riveleremo solo a Daniel Oren in persona, se dovesse mai sbarcare qui nel golfo. L’ispirazione viene dalla sua particolare direzione, una concentrazione d’energia che esplode idealmente e fisicamente, in particolare nel giovane Verdi e nel “suo” Nabucco, che abbiamo ascoltato quest’ anno nella mirabile location della Reggia di Caserta, con protagonista Leo Nucci, una dinamica vigorosa, la sua che sa trasformarsi in pathos nei punti più “sentiti” dell’opera”. Ma le sorprese dedicate alla grande musica e al nostro direttore artistico, pare che non si fermeranno al gelato, poiché Fidel, uno dei massimi bartender del centrosud, farà “debuttare” con l’avvento della bella stagione il cocktail “Oren”. Altri personaggi famosi sono stati fonti d’ispirazione ai barman per l’assegnazione dei nomi ai nuovi drink, come successe per il Negroni (dal Conte Camillo Negroni), per il Bloody Mary (dall’attrice Mary Pickford) o per il Caruso (dal tenore Enrico Caruso che conquistò gli americani, e tutto il mondo, con la sua voce. “Daniel Oren – conclude Fidel – avrà presto il cocktail a suo nome ove sarà racchiusa per intero la sua intenzione musicale, in un mix originale, in cui la sua passione e il suo linguaggio, incontrerà i miei”.

Consiglia