Un altro piccolo sforzo verso il salomonico titolo d’inverno

Scritto da , 13 dicembre 2012

 Ancora un anticipo, ancora di sabato. Ormai i tifosi granata si sono concentrati su queste gare che, se vanno bene come sta accadendo in questi ultimi tempi, allora sono certamente bene accette. Anche la trasferta di Gavorrano, dunque, si giocherà un giorno prima delle altre gare del girone B del torneo di seconda divisione. La Toscana, però, porta bene alal Salernitana. Dunque anche il Malservini-Matteini (il nome del civettuolo stadio toscano) è un terreno di gioco che potrà dare i (buoni) frutti sperati. Soprattutto per mantenere, magari, i due punti di vantaggio che la Salernitana vanta attualmente sul Pontedera. In caso di vittoria dei ragazzi di Perrone il vantaggio salirebbe a cinque lunghezze con la damigella d’onore del campionato che dovrà, 24 ore dopo, darsi da fare altrimenti sarà irrimediabilmente staccata. Bisognerà vedere come il gruppo affronterà anche questa trasferta. Con quale spirito visto che proprio i ragazzi di Buso non fanno mistero di voler entrare nel novero delle aspiranti ai play off e nell’ultima giornata hanno battuto tra le mura amiche l’ex capolista Aprilia che nelle ultime gare è apparsa in crisi sia di gioco che, naturalmente, di risultati. Perrone è abituato a vedere solo in casa sua. Giusto quindi non preoccuparsi di chi attualmente insegue ma bisogna continuare su questa falsariga di risultati positivi. E non è poco visto che la squadra dal suo arrivo in panchina non ha mai abbassato la guardia. Anzi. Ha eretto un muro impenetrabile in difesa e soprattutto in attacco è micidiale. E da che mondo e mondo si è sempre detto che nel calcio i campionati si vincono quando si segna molto. Dunque si deve solo continuare sulla falsariga attuale e concentrarsi anche sull’ultima gara del girone di andata, sempre di sabato, il 22 dicembre all’Arechi contro il Teramo che potrebbe assegnare alla Salernitana il titolo di campione d’inverno. E’ un titolo platonico, è vero, ma certamente sarà di grande sprono per la fase discendente della stagione. Dunque Gavorrano ultima trasferta dell’anno. Con David Mounard in prima squadra? Sembrerebbe proprio di si anche perchè il francesino è in ripresa dopo l’infortunio, scalpita e vorrebbe subito dare una mano ai suoi compagni. A fianco di Manuel  Mancini potrebbe essere la soluzione giusta anche se l’ex veronese si è allenato poco in settimana per la febbre. Perrone ha già le sue idee in testa. Visto che ci ha abituati a cambiare formazione anche all’ultimo momento. Il modulo sarà quello solito. Il 3-5-2 con qualche attore che cambierà. In attacco si aspetta il gol di Guazzo in trasferta. L’ex Taranto non segna da un bel pò di tempo. Per il resto pensiamo che in campo, a Gavorrano, giocherà la Salernitana che tanto bene si è comportata contro il forte Martina.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->