Umido al sito di compostaggio ma potrebbe non bastare

Scritto da , 2 Luglio 2019
image_pdfimage_print

Di Andrea Pellegrino 

Prima riunione organizzativa sui rifiuti in Provincia in vista dell’emergenza settembrina per la chiusura (per
manutenzione) del sito di Acerra. Il tutto mentre oggi e domani a Salerno appro-
derà la commissione parlamentare d’inchiesta sui rifiuti. Un primo piano di emergenza quello messo in campo a Palazzo Sant’Agostino alla presenza del vicepresidente della giunta regionale
Fulvio Bonavitacola, oltre che del presidente dell’amministrazione provinciale Michele Strianese e del delegato provinciale all’ambiente Fausto Vecchio. Da superare c’è il conferimento dell’umido che da settembre, ad eccezione di nuove misure, si ritroverebbe in bella mostra in ogni angolo del territorio provinciale e regionale. Si valuta la possibilità di utilizzare il sito di compostaggio di Salerno. Secondo un primo programma, compatibilmente con tutti i pareri necessari, una parte dell’umido, oggi gestito dalla Gesco, confluirebbe nell’impianto della zona industriale di Salerno. Al momento ci sarebbe già il via libera da parte della Salerno Pulita, società municipalizzata a guida Raffaele Fiorillo, che gestisce il sito di compostaggio dopo la travagliata vicenda legata alla Daneco e all’inchiesta avviata dall’Anac di Raffaele Cantone. Ma il solo sito cittadino non risolverebbe il problema. Da qui a qualche settimana, infatti, dal tavolo tecnico provinciale dovrebbero essere indicati nuovi impianti sul territorio per contenere l’emergenza relativa al conferimento dell’umido. Una soluzione non semplice che preoccupa non poco gli amministratori locali e le intere comunità. Illegalità ambientali e traffici
illeciti in Campania, arriva la commissione parlamentare ecomafie. La Commissione sarà a Salerno il oggi e do-
mani per effettuare alcuni sopralluoghi e audizioni su presunti traffici illeciti di abiti usati, incendi in impianti di
trattamento e stoccaggio dei rifiuti, nonchè traffici transfrontalieri e dragaggio dei porti.
Con il presidente Stefano Vignaroli ci saranno Chiara Braga (Pd), Marzia Ferraioli (FI), Antonio Del Monaco
(M5S), Tullio Patassini (Lega), Renata Polverini (FI) e i senatori Massimo Vittorio Berutti (fi), Andrea Ferrazzi (Pd)
e Paola Nugnes (Misto).

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->