Tutto pronto per il Maiori Music Festival

Scritto da , 2 settembre 2016
salvatore dell'Isola 1

Formazione, convegni e concerti per la settimana musicale nella perla della costiera firmata da Salvatore Dell’Isola

 

Di OLGA CHIEFFI

Terra e mare da amare quella di Maiori, che apre le porte dal 7 all’11 settembre alla prima edizione di un festival musicale,  ideato e organizzato dal clarinettista Salvatore Dell’Isola, che metterà insieme, per cinque intensi giorni, formazione, convegni, seminari e concerti. In questa settimana ricca di musica e cultura, i partecipanti al Festival condivideranno un percorso di studio e di formazione musicale intento a valorizzare le proprie qualità artistiche e musicali. Di rilievo i nomi dei docenti che hanno risposto all’invito di Salvatore Dell’Isola, a cominciare da  Giovanni De Falco, docente del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, unitamente al suo collega, il flautista Ciro Liccardi, cattedratico della stessa istituzione,  i segreti del sassofono saranno svelati, invece da Massimo Mazzoni Direttore e Docente del Conservatorio di Musica “G.B. Pergolesi” di Fermo, ben conosciuto in zona, grazie al corso annuale che da tempo svolge in quel di San Cipriano Picentino, ance e legni, cui si aggiungerà la scuola di tuba che vedrà salire in cattedra  l’iberico Alexandre Cerdà Belda, di stanza presso il “G.Martucci” di Salerno, corsi supportati dalla collaborazione del pianista Marco Rizzo. Un’ ulteriore novità è la partecipazione diretta del Liceo Musicale “Teresa Confalonieri” di Campagna che prenderà parte con molti giovani studenti al laboratorio per orchestra di fiati. Non solo musica a Maiori, ma anche presentazione di libri e seminari, dedicati ai messaggi in codice, i messaggi criptati presenti in ogni opera d’arte. Il Salone degli affreschi di Palazzo Mezzacapo, ospiterà il 7 settembre, alle ore 19,30 un dibattito sul volume di Luigi Pentasuglia, “I volti della Gioconda” una sua opera, da lui stessa edita in rete, dedicata a Leonardo da Vinci a Monna Tao e alle radici orientali del templarismo. Il volto della misteriosa dama velata di nero è in realtà declinabile al plurale? Di chi sono i volti della Gioconda? La chiave del rebus è nei simboli criptati nel dipinto, presumibilmente ispirati all’artista dallo stesso monarca di Francia Francesco I a discolpa del grave crimine perpetrato dal suo predecessore Filippo il Bello contro i templari. La tesi sostenuta è che a fronte delle sevizie subite, tra gli alti ranghi templari qualcuno finì per confessare la fonte dottrinale dell’Ordine: il Tao-tê-ching, il più importante testo taoista, noto ai nestoriani di Persia presenti in Cina fin dal VII secolo. L’ 11 settembre, invece, alle 17,30 Nunzia De Falco ci accompagnerà in una riflessione sull’ uso della canzone napoletana nella “Napoli Milionaria”  di Nino Rota, una grande partitura molto articolata, che non piacque alla critica, quando l’autore la rappresentò al Festival di Spoleto nel 1977, riscoperta a trent’anni dalla morte del genio milanese, un esempio di abilità compositiva, di orchestrazione e di una sensibilità poetica perfettamente in equilibrio con l’intensità drammaturgica di Eduardo De Filippo, dalle potenzialità espressive, ancora attualissime, sul piano musicale. I concerti in cartellone, saranno naturalmente offerti dai corsisti, che vedranno protagonisti il 9 settembre, i partecipanti dei corsi di corno e flauto, alle ore 19,30 a palazzo Mezzacapo, e alle ore 21,30, nella chiesa di San Domenico, i giovani clarinettisti, mentre il giorno successivo, alle ore 19,30 sempre nel palazzo Mezzacapo, s’incontreranno i solisti degli stage di sassofono e clarinetto e a seguire, ancora sassofoni, flauti e corni, alle ore 21,30, nella Chiesa di San Giacomo a Platea. Serata conclusiva con Salon Music, i fiati all’opera l’11 settembre, alle ore 20,30, nell’incantevole cornice dei giardini di Palazzo Mezzacapo, con tutti i partecipanti del Festival di Maiori. Salvatore dell’Isola ha invece affidato il concerto inaugurale di questo piccolo cartellone, che si terrà l’8 settembre alle ore 21,30, nella Chiesa di San Giacomo a Platea, al soprano Maria Chiara Fantasia in duo con la pianista Chiara Donnarumma, una serata che saluta la collaborazione del Maiori Music Festival con la rassegna Estate Classica di Vietri sul Mare.

Consiglia