Tutto pronto per il Festival di musica da camera Santa Apollonia

Scritto da , 24 maggio 2016

Domattina, verrà presentata la rassegna nata da una collaborazione tra il Conservatorio di Musica di Salerno e l’Associazione Bottega San Lazzaro, presso il salone del Gonfalone di Palazzo di Città, alle ore 11

Di ANTONIO SANSONE

Sarà presentata domattina, alle ore 11 presso il Salone del Gonfalone di Palazzo di Città, la III edizione del Festival di Musica da Camera Sant’Apollonia. Un evento, nato dalla sinergia del conservatorio di Musica “G.Martucci” di Salerno, con un progetto del Dipartimento di Musica d’Insieme, presieduto da Francesca Taviani e la Bottega San Lazzaro guidata da Chiara Natella che ospiterà la rassegna nella cornice della Chiesa di Santa Apollonia. Ad illustrare il programma, ospiti dell’amministrazione comunale, che vedrà impegnati allievi e docenti del nostro conservatorio dal I al 12 giugno ogni sera alle ore 20, il direttore della massima istituzione musicale cittadina, Imma Battista, il vice-presidente Franco Massimo Lanocita, Chiara Natella, responsabile della Bottega San Lazzaro, nonché le docenti del “G.Martucci” Francesca Taviani presidente del suddetto Dipartimento ed Anna Bellagamba, referente del settore disciplinare Musica da Camera, ideatrici del progetto. Ben dodici i concerti che vedranno protagonisti i giovani dei corsi di Musica d’insieme del Conservatorio, con al fianco il loro Maestri, e che si avvicenderanno in palcoscenico con programmi che spaziano dall’Ottocento all’Avanguardia, coinvolgendo più di quaranta studenti in diverse formazioni strumentali e vocali. Il Dipartimento di Musica d’insieme, fiore all’occhiello del Conservatorio di Musica Giuseppe Martucci di Salerno, da molti anni imposta tutta la propria attività didattica intorno a progetti di produzione artistica. Ai saggi e ai concerti organizzati all’interno del Conservatorio si affiancano iniziative che portano gli studenti all’esterno dell’Istituzione e della città di Salerno, dando loro la possibilità di suonare in diversi contesti e ambienti, con l’intento di sviluppare in modo graduale e continuo la capacità di comunicare con il pubblico attraverso la musica. Di grande rilevanza è anche l’attività internazionale del Dipartimento di Musica d’insieme, che ha portato gli studenti del Conservatorio Martucci a suonare all’estero e a partecipare a programmi di scambio culturale. Il Dipartimento di Musica d’insieme, inoltre, in collaborazione con l’Ufficio Relazioni Internazionali del Conservatorio, organizza ogni anno numerose masterclasses che danno l’opportunità ai giovani strumentisti di studiare con maestri quali Michael Flaksman, Arno Bornkamp, Arkadi Zenziper, Michael Lind, Luc Bergé, Manu Mellaerts, Daan Vandewalle, Benedikte Palko, Hans De Jong e molti altri. Il Festival di Musica da Camera Sant’Apollonia, che ha conquistato un proprio pubblico è accorsata occasione d’incontro fra la città e i suoi giovani musicisti, un laboratorio in cui riescono ad amalgamarsi energie creative provenienti dalle più diverse esperienze di un territorio così ricco di talenti quale è la provincia di Salerno.

Consiglia