Tutti pazzi per Rocco Hunt

Scritto da , 29 giugno 2014

L’emozione di un quartiere per quello che è uno dei suoi “figli”. Ieri il rione Zevi – la meglio conosciuta Ciampa di cavallo, nel cuore di Pastena – era completamente in visibilio per il “suo” Rocco Hunt, il giovane rapper salernitano vincitore dell’ultima edizione di Sanremo giovani. E così come Pastena ha sostenuto e omaggiato Rocco Hunt, così il giovane cantante ha voluto ricambiare l’affetto della sua grande “famiglia di quartiere”. Ha regalato loro la targa con il suo disco d’oro, che adesso campeggia nel mezzo del rione. Ieri pomeriggio, alle 19, la cerimonia durante la quale è stato scoperto il disco d’oro conquistato dal disco del giovane artista salernitano. Alle 21 il concerto, con la folla in visibilio. In tanti, ieri sera, hanno voluto assistere alla performance di Rocco Hunt: non solo residenti di Pastena, ma persone provenienti anche dalla provincia. E’ l’esempio di un gruppo di giovani scafatesi: «È la seconda volta che veniamo qui a Salerno per vederlo. E’ davvero una bella emozione essere qui». Ma anche i più piccoli non hanno voluto mancare: «Mi piace tutto di Rocco Hunt, la musica, la voce. Lo conoscevo già da prima che andasse a Sanremo, perché è del quartiere» – dice Daniele. Anche il piccolo Massimo Cioffi era in prima linea: «E’ un grande cantante – dice – e mi piace che improvvisimentre canta, il suo freestyle. Sono arrivato per primo e mi sono messo in prima fila ad ascoltarlo in compagnia di mia zia. E’ stato anche il mio primo concerto». Emiliana ammette di aver conosciuto Rocco Hunt solo per la sua partecipazione a Sanremo: «Non lo conoscevamo prima – spiega – ma siamo molto orgogliosi di lui , perché è un ragazzo semplice che appartiene al popolo». Si dice «meravigliata» dalla grande presenza di famiglie, Delfi che accompagna il nipotino. «E’ un suo fan sfegatato, guarda tutti i suoi video su Youtube». Il concerto è stato anche occasione, per il comitato Salute e vita che intende invitare Hunt ad essere il padrino del corteo a tutela dell’ambiente del prossimo 27 luglio. Anna Santimone

Consiglia