Tutte le scuole secondarie di secondo grado che hanno ottenuto i finanziamenti per i lavori di ristrutturazione e ampliamento

Scritto da , 27 Marzo 2021
image_pdfimage_print

20 milioni di euro stanziati dal Governo alla Provincia di Salerno per una serie di interventi urgenti per garantire l’agibilità delle scuole e il diritto allo studio in ambienti sicuri. Questi fondi serviranno per opere finanziate su progetti preliminari o schede di progetto, e per le quali ora si attende il progetto esecutivo. Dalla pubblicazione del Decreto sulla Gazzetta Ufficiale ci sono 23 mesi per l’aggiudica dei lavori. Per coprire l’intera territorio la provincia di Salerno è stata suddivisa in dieci comparti. I progetti di ogni comparto saranno finanziati con un importo pari a 400mila euro. Cinque gli interventi previsti nel primo comparto e che riguardano la sede principale dell’I.T. Commerciale “Fortunato” di Angri, la succursale del “Marco Pittoni” di Pagani, la sede principale del Liceo Scientifico “Rescigno” di Roccapiemonte, la succursale del liceo “T. L. Caro” e la sede principale del liceo “Cacciopoli” di Scafati. Nel secondo comparto i finanziamenti sono previsti per le sedi principali degli istituti di Nocera Inferiore “Domenico Rea”, “G. Marconi”, “A. Galizia”, “G.B. Vico” e “Sensale”. Nel terzo comparto i fondi andranno alle sedi principali del “Convitto Nazionale”, “Trani”, “Regina Margherita” e “Conservatorio di Musica” e alla sede associata del “Moscati” di Salerno. I fondi del quarto comparto saranno destinati alle sedi centrali del “Genovesi”, del “Focaccia”, del “Sabatini-Menna” e del “Tasso” e alla succursale del “Sabatini – Menna” di Salerno. Nel quinto comparto i fondi andranno alla sede associata del “F.Gioia” di Amalfi, alla succursale del “F. Gioia” di Vietri sul Mare, alla sede associata del “M. Galdi” di Cava de’ Tirreni e alle sedi principali del “Ipsar Cava”, Del “F. De Filippis” e del “Genoino” di Cava de’ Tirreni. I fondi del sesto comparto andranno alla succursale del “P.V. Marone” di Mercato san severino, alle sedi principali del “I.P.O.ATT. Marinare”, del “Virtuoso” e del “Da Procida di Salerno e alle succursali del “Virtuoso” e del “Da Procida” di Salerno. Rientrano nel settimo comparto le sedi principali del “Besta” e del “Medi” di Battipaglia” e dell’ “Ipsar” di Capaccio ed ancora le due succursali dell’ “Ipsar” di Capaccio. I fondi dell’ottavo comparto andranno alle sezioni associate del “Moro” e del “Fortunato” di Eboli e alle sedi principali del “Perito” di Eboli, del “Parmenide” di Roccadaspide e del “Confalonieri” di Campagna. Rientrano nell’ottavo comparto le sedi principali del “A. Sacco” di Sant’Arsenio, del P. Leto” di Teggiano, e del “G. Vico” di Agropoli”, ed ancora la succursale del “Gatto “ di Agropoli e la sezione associata del liceo scientifico di Castellabate. Infine nel decimo comparto rientrano le sedi principali del “L. Da Vinci” di Sapri, e tre istituti di Vallo della Lucania che sono l’ “E. Cenni”, il “Parmenide”, e il “L. Da Vinci”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->