Truffe di ditte di autotrasporti, 24 misure cautelari

Scritto da , 6 luglio 2014

Ditte di trasporto al servizio di ricettatori per truffare aziende del nord Italia e di altri paesi europei. Un sistema che, secondo gli investigatori, ha consentito a un’organizzazione, smantellata con un’indagine della procura della Repubblica di Nocera Inferiore , di frodare merce per diversi milioni di euro. Sono state eseguite 24 misure cautelari, 3 delle quali nel bresciano e le altre nell’agro sarnese nocerino e nell’hinterland vesuviano nel napoletano. Undici persone sono finite in carcere, 5 ai domiciliari, 5 hanno obbligo di dimora e altre 3 di firma. Il piano messo in atto dall’organizzazione, secondo quanto accertato dalla polizia giudiziaria della procura di Nocera Inferiore (Salerno), prevedeva il trasporto di merce, per lo piu’ alimentari, elettrodomestici e pannelli isolanti da parte di aziende anche regolari che si presentavano ai fornitori con le credenziali di altri corrieri esistenti ma ignari. Uno stratagemma che consentiva di far perdere le tracce del carico che finiva poi in una rete di ricettatori che provvedeva a immetterlo sul mercato. Nei confronti dei 24 indagati il pm Giuseppe Cacciapuoti ipotizza i reati di associazione per delinquere, truffa e appropriazione indebita. I particolari dell’operazione saranno illustrati domani mattina nel corso di una conferenza stampa dal procuratore della Repubblica di Nocera Inferiore Giancarlo Izzo.(

Consiglia