Tre privati pronti a scendere in campo con il Cstp

Scritto da , 4 giugno 2013

L’ultimo disperato tentativo di portare in salvo il Cstp potrebbe passare per le aziende di trasporto private. Una partnership tra pubblico e privato che dovrebbe avvenire tramite acquisizione di quote da parte di soggetti del tpl salernitano. «A partire da domani (oggi per chi legge, ndr) studieremo attentamente gli strumenti giuridici che possano consentire che l’operazione vade in porto presto». A lavorare in questa direzione è l’assessore provinciale ai trasporti, Michele Cuozzo che ha trovato nell’ingresso dei privati, ma sempre in quota minoritaria rispetto alla parte pubblica, una strada percorribile per portare in salvo il Cstp senza né morti né feriti. Si tratterebbe di Sita, Buonotourist e Curcio, le tre aziende private più importanti del territorio, ma al momento sia da parte dei diretti interessati che dallo stesso assessore Cuozzo, sull’identità dei soggetti vige il più stretto riserbo.

 

4 giugno 2013

 

Servizi e approfondimenti sul quotidiano in edicola

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->