Tre anni fa moriva “Don Peppino”

Scritto da , 30 Ottobre 2012
image_pdfimage_print

Familiari e amici hanno ricordato Peppino Tedesco,  nella chiesa di San Pietro in Camerellis una messa per l’avvocato.
Sono passati tre anni dalla scomparsa di Giuseppe Tedesco, per tutti “Don Peppino”, la stima e l’affetto dei salernitani però è rimasto immutato, così come il ricordo di un uomo che ha lasciato il segno nella città di Salerno.
Nel pomeriggio di ieri, alle ore 17:00 nella chiesa di San Pietro in Camerellis, si è svolta la messa per ricordare l’avvocato Tedesco. Dai familiari ai semplici conoscenti, tutti si sono uniti in profondo cordoglio per ricordare una figura storica e un uomo d’altri tempi.
Peppino Tedesco era una figura di spicco della giurisprudenza salernitana, un penalista eccezionale. Sono molti i salernitani che legano il nome dell’avvocato alla Salernitana. Peppino Tedesco, infatti, è stato probabilmente uno dei più amati presidenti della storia della squadra granata nella fine degli anni 60 e inizio anni 70.
Don Peppino, inoltre, è stato anche consigliere della Provincia di Salerno, ha onorato questo incarico politico per ben quattro consiliature a cavallo tra gli anni 70’ e anni 80’. «Dobbiamo essere tutti pronti, aprire le porte a nostro Signore, anche quando non lo aspettiamo il Figlio di Dio può entrare nella nostra vita e illuminare il nostro percorso di fede» ha detto Don Cesare nella sua omelia.
Durante la messa in ricordo di Giuseppe Tedesco è stato letto un brano del Vangelo secondo Luca. Subito dopo la Santa celebrazione amici e parenti si sono “riabbracciati” nel piazzale di fronte la chiesa, così la memoria di Peppino Tedesco continua ad unire e farsi apprezzare, nonostante passino gli anni.
 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->