Tra i fedelissimi di Fitto c’è anche Mara Carfagna

Scritto da , 3 giugno 2014

di Andrea Pellegrino

E’ nella lista dei fedelissimi di Raffaele Fitto e con lui ormai immagina il suo nuovo percorso politico. Si tratta di Mara Carfagna, l’ex ministro alle pari opportunità, inizialmente “inventata” dal Cavaliere, oggi in netto disappunto con la linea di Berlusconi ed a favore di mister preferenze Fitto. D’altronde, che la Carfagna fosse già da tempo insofferente verso l’apparato di Forza Italia s’era capito fin dalla rinuncia alla candidatura alle Europee. Anzi si dice che l’ex Ministro – già in qualche altra occasione – avesse già pronte le valige per transitare altrove, strizzando più volte l’occhio ad Angelino Alfano. Ancora Mara soffrirebbe non poco la presenza di Francesca Pascale che a quanto pare avrebbe già bloccato più volte la sua ascesa nazionale. Ora, dall’interno e con il sostegno di Raffaele Fitto, cercherà di «prendersi la sua rivincita», seppur dalla sua ha un risultato elettorale non proprio lusinghiero nella città di Salerno, pur essendo coordinatrice provinciale di Forza Italia. Inoltre Mara Carfagna starebbe costruendo anche in vista delle elezioni regionali, coinvolgendo all’interno del nuovo progetto politico di rinnovamento anche il Governatore Stefano Caldoro che però dalla sua si troverebbe incastrato nel sistema delle primarie promosso proprio da Raffaele Fitto. Ma fino ad allora nessuno esclude neppure la scissione. Se si dovesse arrivare alla resa dei conti con il Cavaliere è certo che l’ex governatore della Puglia voglia salvaguardare con forza il suo grosso tesoretto elettorale che l’avrebbe incoronato come punto di riferimento del centrodestra nel Mezzogiorno. Ma in Campania i problemi pare non finiscano qui. A parte i cosentiniani che attendono risposte, a minare la leadership del coordinatore regionale Mimmo De Siano ci sono anche Clemente Mastella e Enzo Rivellini, i due fuoriusciti dal Parlamento Europeo che hanno stretto di recente il loro patto per far fuori politicamente l’attuale classe dirigente azzurra regionale. E non solo. Soprattutto da parte dell’ormai ex eurodeputato Mastella ci sarebbe tutta la volontà di mettere un piede a Palazzo Santa Lucia. In consiglio regionale siede già la moglie Sandra ma l’ex leader di Ceppaloni vorrebbe riprendersi anche un posto nell’esecutivo, dopo l’addio di Severino Nappi, oggi parte organica del Nuovo centrodestra di Angelino Alfano. La doppia partita (Forza Italia e Regione) sembrerebbe molto più complicata rispetto all’iniziale lettura post voto europeo. Non fosse altro che in Campania il centrodestra ha praticamente – ad oggi – tutto da perdere e poco da guadagnare.

Consiglia