Torquato, Cuofano e Bottone corteggiano De Luca

Scritto da , 19 Agosto 2015
image_pdfimage_print

Da Le Cronache oggi in edicola

di Andrea Pellegrino

Tutti con Vincenzo De Luca. Le trattative sono in corso fin dalla proclamazione di Vincenzo De Luca alla carica di governatore ma ora pare che alla ripresa dei lavori, dopo la pausa estiva, qualche cosa potrebbe concretizzarsi. In pratica qualche amministratore comunale pare stia meditando di sposare il progetto deluchiano, ora più che mai dal momento che l’ex sindaco di Salerno ha conquistato il Palazzo Santa Lucia. Dall’Agro dovrebbe arrivare la flotta maggiore. Qui parecchi sindaci (di centrodestra o civici) sono in pausa di riflessione. Una pausa partita già alle scorse elezioni provinciali, quando il candidato di Fratelli d’Italia Giovanni Romano fu tradito proprio dagli amministratori comunali del suo stesso schieramento. Così nell’elenco dei primi cittadini pronti a ragionare con Vincenzo De Luca figura sicuramente Manlio Torquato, sindaco di Nocera Inferiore, che da mesi cerca un contatto con l’attuale presidente della Regione Campania. Una intesa che allo stato sarebbe stata bloccata dopo la contrarietà del Partito democratico nocerino che vorrebbe tenere Torquato distante dal suo leader regionale. Da buon democristiano tratta riservatamente anche Giovanni Maria Cuofano, giovane sindaco di Nocera Superiore, che, rimasto orfano della bandiera partitica, potrebbe tentare un approccio verso Vincenzo De Luca. Con i sindaci naturalmente sono diversi i consiglieri comunali e gli assessori che seguirebbero il nuovo corso politico. Ma in ballo ci sarebbe anche Salvatore Bottone, sindaco della città di Pagani. Bottone avrebbe già tentato un contatto con Vincenzo De Luca attraverso il suo entourage. Pare che l’anello di collegamento sia il mancato consigliere regionale Enrico Coscioni, oggi consulente per la sanità del governatore. A settembre, in pratica, potrebbe partire una massiccia campagna acquisti da parte del Partito democratico. Situazione opposta, invece, a Scafati dove il deputato Guglielmo Vaccaro (autosospesosi dal partito dopo la candidatura di Vincenzo De Luca alla presidenza della Regione Campania) pare stia pensando ad un altro progetto politico. Nella città di Pasquale Aliberti il Pd sarebbe in uno stato confusionale.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->