Torna Perrone e la Salernitana espugna Benevento

Scritto da , 27 ottobre 2013

di Marco De Martino

 

BENEVENTO. Torna Perrone e la Salernitana torna alla vittoria. I granata espugnano Benevento grazie ad una doppietta di Guazzo. Un successo strappato con la grinta, il carattere ed un pizzico di fortuna dalla Salernitana che è riuscita a passare in vantaggio per due volte, reagendo subito dopo aver subito la rete del pareggio dei sanniti ad opera di Mancosu. Inizio da incubo per i granata che trascorrono i primi minuti di gioco rintanata nella propria area di rigore con il Benevento arrembante ma mai pericoloso. E’ la Salernitana al 12’ a sfiorare il vantaggio. Perfetto lancio di Foggia che pesca tutto solo in area Volpe, scattato sul filo del fuorigioco. Il centrocampista però non va deciso sul pallone, non aggancia e getta alle ortiche una grande occasione. La pressione del Benevento è costante ma la Salernitana stavolta sa soffrire e non lascia avvicinare gli stregoni alla porta di Iannarilli. Di tanto in tanto i granata, soprattutto con Foggia, si affacciano dalle parti di Baiocco. Proprio sul finire della prima frazione la Salernitana passa. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, Ginestra serve di testa Guazzo che scatta sul filo del fuorigioco ed in estirada batte Baiocco. La Salernitana va al riposo sul vantaggio. Nella ripresa il leit motiv della partita non cambia. Benevento che esercita una sterile pressione e Salernitana che sta chiusa a riccio e cerca di ripartire in contropiede. Carboni prova a invertire la rotta inserendo un attaccante in più, Montiel, al posto di uno spento Vacca. Ed è proprio il sudamericano dopo una azione prolungata a servire su un piatto d’argento a Mancosu la palla del pareggio del Benevento. Nella circostanza la difesa della Salernitana incappa nell’ennesima ingenuità, con Siniscalchi, Piva e Iannarilli che non sono sembrati impeccabili. Il Principe Guazzo però si traveste da Re Mida e sigla al 65’ il raddoppio granata. L’attaccante scatta sul filo del fuorigioco, salta Baiocco e porta la Salernitana nuovamente in vantaggio. Al 75’ Iannarilli compie il miracolo smanacciando in angolo una girata di Signorini. Quattro minuti dopo un lampo di Foggia, con un sinistro da fuori area, scuote la traversa di Baiocco. Nei minuti finali il Benevento stringe d’assedio la Salernitana, che Perrone schiera con una difesa a cinque dopo l’innesto di Sbraga al posto di Guazzo. Il fortino granata resiste fino al 93′ e la Salernitana porta a casa una vittoria che può valere la svolta della stagione.

 

BENEVENTO-SALERNITANA 1-2

BENEVENTO: Baiocco; Zanon, Milesi, Signorini, Som; Mancosu, Di Deo (67’ Altinier), Vacca (53’ Montiel); Espinal (71’ Buonaiuto), Evacuo, Campagnacci. All.: Carboni

SALERNITANA: Iannarilli; Luciani, Tuia, Siniscalchi, Piva; Montervino (82’ Capua), Perpetuini, Volpe; Foggia; Ginestra (71’ Mendicino), Guazzo (67’ Sbraga). A disp.: Berardi, Chirieletti, Ricci, Mounard. All.: Perrone

ARBITRO: Pezzuto di Lecce

MARCATORI: 45’ Guazzo, 59’ Mancosu, 65’ Guazzo

NOTE: Spettatori circa quattromila. Ammoniti Signorini, Siniscalchi, Montiel. Recuperi 2’ e 3’

Consiglia