Tofalo: «Con Virginia abbiamo premiato chi si è impegnato»

Scritto da , 7 maggio 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Il Movimento 5 Stelle, non cavalca l’onda del successo, non in pieno almeno. In vista delle elezioni del prossimo 10 giugno per il rinnovo del consiglio comunale, infatti, solo Campagna sarà “a 5 stelle”. Tentativo fallito, dunque, a Pellezzano e Pontecagnano nonostante i vari tentativi di dar vita ad una lista e giocarsi anche questa tornata elettorale. A confermarlo è il deputato Angelo Tofalo che, di fatto, smentisce la presenza di una lista già pronta ma non resa nota in attesa dell’ok dei vertici nazionali. «Ci sono stati diversi tentativi, a Pellezzano. Le persone si sono impegnate e hanno fatto un bel lavoro ma forse tardivo, anche in termini di documentazione», ha dichiarato infatti l’onorevole, spiegando di essere stato impegnato con le Politiche che non hanno poi permesso di rispettare le scadenze, nonostante la deroga. «Vorrei essere smentito nelle ultime ore ma so che la documentazione è già stata inviata, come a Campagna e dunque, nessuna sorpesa a Pellezzano». Situazione simile anche a Pontecagnano dove, a detta di Tofalo, ci sarebbe stata una grande mobilitazione, pur non raggiungendo gli obiettivi sperati. «Bisogna premiare chi si impegna per il territorio. A Campagna hanno fatto un lavoro incredibile, parallelamente alle Politiche e l’errore fatto a Pellezzano è che, forse, qualcuno si è fermato sul territorio, nella fase delle politiche». Dunque, solo Campagna proverà a raggiungere lo scranno più alto del Comune con una candidata pentastellata, Virginia Luongo «una donna – sostiene l’onorevole salernitano – veramente in gamba che ha messo in campo una lista forte. Noi abbiamo messo in campo un’unica lista contro una vera e propria armata: da un lato ci sono sei liste, dall’altra sette ma ho sentito che Virginia è molto apprezzata». «Stiamo cercando di crescere con le risorse e abbiamo progetti validi, con il massimo sostegno». Una situazione, quella dei 5 Stelle, che a livello nazionale non è ben definita in virtù di quanto sta accadendo per la formazione del governo. Non temete che possa influire negativamente a livello locale? «A livello locale è l’inverso. Ci accusano di fare i flop a livello locale ma credo che il messaggio che continuiamo a dare è premiare il progetto, con un’unica lista senza candidare parenti e amici». Degni avversari di Virginia Luongo sono Andrea Lembo ed il sindaco uscente Monaco. Chi temete di più? «Temiamo più il fatto che magari le persone non votino il programma ma l’amico, il familiare vista la presenza di tante liste. Mi auguro che i campagnesi possano cambiare registro e non votare le solite liste civetta. di destra e sinistra. Noi abbiamo un programma molto articolato e speriamo di essere premiati». Dunque, tutto pronto a Campagna per affrontare le elezioni del 10 giugni.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->