“Territorio salernitano pieno di argilla, i cambiamenti climatici non aiutano”

Scritto da , 12 Febbraio 2021
image_pdfimage_print

Un territorio fragile quello della provincia di Salerno, portato allo stremo da condizioni meteorologiche avverse e da una scarsa pianificazione e reale messa in sicurezza, questa la radiografia di una terra profondamente ferita che trema ormai ad ogni acquazzone. Dopo la frana che negli scorsi giorni ha interessato il comune di Amalfi la tragedia si è ripetuta a Ravello dove il 10 febbraio un costone della montagna è precipitato, provocando il cedimento di un tratto di carreggiata. Nello stesso giorno si è verificato un crollo sulla strada statale 18, nel territorio comunale di Salerno al confine con Vietri sul Mare, e lì si è sfiorata la tragedia per il coinvolgimento di alcune auto in transito

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->