Territorio messo in sicurezza, Campagna verso il “covid free”

Scritto da , 22 Giugno 2021
image_pdfimage_print

Prima la messa in sicurezza del territorio, con massima attenzione ai focolai del virus covid-19. Poi l’assistenza ai contagiati, in termini di approvvigionamento di farmaci e quanto servisse loro. Infine un’imponente azione di vaccinazione. Una programmazione che potrebbe risultare un modello da esportare e che ha avvicinato a grandi passi Campagna all’agognata e tranquilla condizione “covid free”, nessun contagio. Un obiettivo raggiunto grazie ad un’autentica sinergia che ha visto insieme amministrazione comunale, nucleo di protezione civile e distretto sanitario. Un’azione, quella messa in campo, che è partita dalle esigenze più urgenti, per poi andare, attraverso una perfetta organizzazione, ad una programmazione delle sedute vaccinali che ha fatto di Campagna un vero e proprio vanto nell’intera provincia di Salerno. La programmazione era partita molti mesi fa, quando l’intera Italia era sotto la mannaia di un contagio in continuo aumento e che metteva sotto tensione e preoccupazione interi nuclei familiari, la stessa comunità. C’era la necessità di provvedere affinché i farmaci indispensabili per molti venissero consegnati a domicilio, in modo da evitare assembramenti e contagi e consentire a chi era risultato positivo di potersi curare al meglio. Il nucleo comunale di protezione civile si struttura alla bisogna, mette in regola polizze assicurative e formalità di iscrizione ai tanti volontari che nel frattempo si stavano avvicinando, potenziando la propria azione. Un vero e proprio impegno continuo, che ha consentito la consegna di molte centinaia di farmaci a persone impossibilitate a raggiungere le farmacie o cittadini risultati affetti da covid. Non solo farmaci, ma anche bombole di ossigeno, consegna di saturimetri. I vertici comunali, a cominciare dal sindaco Roberto Monaco e dall’attenta assessora Adele Amoruso, registrano l’impegno dei volontari e mettono sul tavolo un’attenta programmazione, fino a dare una nuova sede al nucleo, con postazioni operative, locali deposito e segreteria. Territorio messo in sicurezza ed assistenza continua alle famiglie di quanti erano risultati positivi al covid ha di fatto realizzato una barriera al contagio, fino all’ultimo step: la fase vaccinale. Il distretto sanitario, sotto il coordinamento della dirigente medico Annamaria Nobile, ha fornito personale specializzato sanitario ed amministrativo e dosi di vaccino. Immediata la sinergia con l’amministrazione comunale, che ha ospitato le sedute presso il palazzetto dello sport cittadino, ed il nucleo di protezione civile, che ha curato organizzazione e logistica, garantendo sicurezza e praticabilità degli accessi, fino anche ad una sorta di assistenza a quanti si trovavano in fila per la propria dose. Un’organizzazione curata nei minimi dettagli, che ha fatto registrare numeri importanti in termini di migliaia di vaccinazioni, al punto che a Campagna hanno cominciato a guardare anche dalle città vicine, nella certezza di potere ottenere dosi ed assistenza. Tutto questo ha permesso di raggiungere di fatto il traguardo di città “covid free”, gli ultimi dati registrano 2/3 casi in quarantena fiduciaria, ma in via di guarigione. Un traguardo che non è però frutto del caso, ma di una precisa volontà, a partire dal potenziamento del nucleo di protezione civile, organismo indispensabile per il territorio comunale, che oggi appare un autentico avamposto per la sicurezza di Campagna. E’ stata effettuata una ricerca di mercato con successiva pianificazione in bilancio comunale per l’acquisto della nuova auto modello Pick-uk. E’ stato inoltre ottenuto un finanziamento per un modulo anticendio, uno spargisale e per le radio ricetrasmittenti.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->