Terreno dell’Arechi, una vergogna in diretta nazionale

Scritto da , 8 dicembre 2012
image_pdfimage_print

Nessun interrogativo dopo la vittoria (preziosa) di venerdì sera contro il Martina. Qualcuno, infatti, ha ancora qualche dubbio ma crediamo che sia vera fuga quella della Salernitana. La squadra granata, che ha indossato i panni di capolista-solitaria, al di là di qualche amnesia avuta proprio nel corso della gara contro i pugliesi, ha dimostrato come i campionati si vincano anche soffrendo ma se ci sono la grinta e soprattutto la volontà di andare avanti, allora si evince che questa positività nei risultati ha veramente un’unica matrice. E’ chiaro che si devo ancora aspettare i risultati di oggi pomeriggio delle gare di Aprilia e Pontedera, le altre due compagini in testa con la Salernitana ed ora in seconda posizione, ma quello che più conta è anche vantaggio raddoppiato, con la vittoria, sul Martina, una signora squadra, quella pugliese, che è davvero una realtà importante (è una matricola come la Salernitana in questo campionato) malgrado il risultato negativo. La Salernitana, invece, con il tredicesimo risultato utile consecutivo non ha fallito l’ennesimo appuntamento interno. La legge dell’Arechi è stata ancora una volta fatale per le squadre avversarie. Vincere in rapida successione sia con l’Aprilia che con il Martina, due squadre di vertice, non era facile. Perrone lo sapeva bene ed ha avuto il merito solo di mettere in campo, nei due confronti, due squadre che hasnno avuto soprattutto il merito di lottare dall’nizio alla fine. Più facile, forse, la vittoria contro l’Aprilia ma bisogna anche sottolineare come lo striminzito risultato sui pugliesi, nellì’anticipo di venerdì, sia anche il frutto di poche giocate buone perchè si è giocato su un terreno davvero infame. Non è possibile far disputare gare di calcio su quel terreno. Ma come, l’Arechi viene usato una volta a settimana ed è ridotto così? Una vergogna vista in….diretta da tutta Italia grazie alle immagini televisive di Sportitalia. Speriamo che chi di dovere faccia qualcosa. Lasciando il campo in quelle condizioni si frischiano incidenti gravi anche ai calciatori ma soprattutto il bel gioco va a farsi benedire. Perchè se ci sono calciatori con i piedi buoni nella Salernitana non possono mettere a frutto le loro doti perchè giocano ( o cercano di farlo) su un…campo di patate.Era doveroso rimarcare le condizioni dell’Arechi perchè si sono lamentati tutti. Ed anche il pubblico che paga e che non è è più disposto ad assistere a simili spettacoli. Intanto però la squadra di Perrone continua a vincere ed a convincere. Se oggi c’è una Salernitana in fuga ed i tifosi già cantano <la capolista se ne va> lo si deve al grande apporto dato da tutti. Non era facile ma una squadra costruita per vincere può solo…vincere.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->